Maroni e il convegno sui gay "malati": "Figuriamoci se mi faccio condizionare da quattro pirla"

Il governatore rivendica la scelta del patrocinio: "Verrà fatto un altro forum simile"

Anche Mario Adinolfi al convegno (foto Cappellini)

Roberto Maroni, governatore della Lombardia, non è in nessun modo "pentito" di aver dato il patrocinio al convegno che tante polemiche ha suscitato, tacciato di "omofobia" da molti, sabato pomeriggio.

E la Lega Nord milanese riporta alcune delle sue dichiarazioni durante l'appuntamento. "Qualcuno ha cercato di impedire questo convegno con insulti e minacce nei miei confronti in primo luogo ma da ministro dell'Interno mai fatto condizionare, figuratevi se mi facevo condizionare da quattro pirla", ha detto.

"Sono molto contento che si sia svolto questo che e' piu' di un convegno, e' un punto di partenza", ha anche detto il governatore. "Qualcuno se l'e' fatta sotto per una telefonata arrivata da Roma, io sono andato avanti", ha detto e ha poi annunciato di voler "rilanciare" sulla questione con l'intenzione di organizzare un altro forum simile durante l'esposizione universale. "Qui oggi ho capito che vogliamo nutrire i nostri valori", ha affermato e "nutrire i valori e' il tema di Expo".

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Marito vuole uccidere la moglie bruciandola ma sbaglia e si dà fuoco: muore in ospedale

    • Economia

      Muore Caprotti, fondatore di Esselunga, e i supermercati chiudono per lutto: la decisione

    • Cronaca

      Berlusconi viaggia negli Usa per motivi di salute: i legali chiedono di rinviare il processo

    • Economia

      Addio a Caprotti, patron Esselunga: dalla "S" ai Rollinz, 60 anni di successi (e qualche dolore)

    I più letti della settimana

    • E Berlusconi torna nel palazzo dell'infanzia all'Isola per i suoi 80 anni

    • Campo base Expo, la regione compra i moduli a 1 euro. Andranno ai terremotati

    • Profughi a Milano: "Ora la maggior parte vuole restare"

    • L'assessore pubblica online la sua agenda di incontri

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento