Daspo urbano, il Comune sceglie le zone: centro, movida, Rogoredo, San Siro

Ecco i quartieri dove la giunta milanese è orientata ad applicare il provvedimento di Salvini

Il Comune di Milano lavora all'elenco delle zone in cui sarà possibile applicare il daspo urbano, che il ministro dell'Interno Matteo Salvini ha esteso, nella sua applicabilità, a quartieri considerati "monumentali" o comunque di importanza rilevante. 

L'applicazione del daspo prevede però che il Comune abbia redatto un elenco specifico e preciso delle zone all'interno del regolamento di polizia urbana. L'iter prevede un passaggio in giunta e poi uno in consiglio comunale. Nei mesi scorsi la giunta ha interrogato i consigli di Municipio al fine di raccogliere indicazioni sui quartieri in cui sarebbe consigliabile applicare il daspo e ora l'assessorato alla sicurezza sta lavorando per quadrare il cerchio.

E' probabile che il tutto abbia il via libera entro fine luglio. Il tempo tecnico c'è e l'opposizione di centrodestra in consiglio comunale ha già annunciato di non voler fare le barricate ma di condividere la "svolta". Di recente il sindaco Beppe Sala, durante una delle sue "colazioni con il sindaco" (quella del Municipio 7 a Cascina Linterno), annunciò l'intenzione di utilizzare il daspo urbano per allontanare le "carovane" di rom che stazionano, nei mesi più caldi, in diverse zone periferiche.

La "svolta securitaria" del sindaco provocò alcuni dubbi nel centrosinstra (ad esempio nel gruppo Milano Progressista, ma anche esponenti del Pd). Una delle zone "candidate" a diventare eleggibili per il daspo è proprio quella dell'ospedale San Carlo, le cui strade limitrofe sono spesso occupate da roulottes di rom. Le altre sono San Siro (tra stadio e quartiere popolare), Rogoredo, corso Buenos Aires, corso Como, il quartiere dei Navigli e tutto il centro (all'interno della Cerchia dei Navigli). 

Per l'elenco completo e definitivo, comunque, occorre ancora aspettare. Fino ad ora, il daspo urbano può essere comminato, a Milano, soltanto in base ai criteri del decreto dell'ex ministro dell'Interno Marco Minniti (Pd), e cioè per le infrastrutture ferroviarie e loro pertinenze. L'estensione di Salvini può essere utilizzata soltanto con l'aggiornamento del regolamento di polizia urbana che comprenda le zone specifiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • Villaggio di Natale di San Siro, l'organizzazione ai clienti delusi: 'Le criticità verranno risolte'

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

Torna su
MilanoToday è in caricamento