Case popolari, il Pd: «Nel 2020 la Regione paghi i debiti di Aler Milano»

Aler Milano ha 450 milioni di debiti solo verso banche e fornitori. E il 23 dicembre finisce la storia di Asset, "l'immobiliare" di Aler. Con un patrimonio svalutato

Sono ormai 450 i milioni di euro di debito verso banche e fornitori che affliggono il bilancio di Aler Milano. «L'azienda, con questo indebitamento, non può fare quasi più nulla», spiegano Fabio Pizzul e Carmela Rozza, rispettivamente capogruppo e consigliera del Pd al Pirellone: «L'anno prossimo bisognerà che la Regione Lombardia, almeno in parte, si assuma questi debiti. Per il momento abbiamo cercato di "fare un regalo" agli inquilini onesti delle case popolari con alcuni ordini del giorno collegati alla legge di bilancio, approvati, che invitano a procedere con lo sgombero degli abusivi cominciando dai delinquenti e a finanziare la progettazione delle manutenzioni».

Sono quattro gli ordini del giorno fatti approvare con consenso anche trasversale. La prima tematica affrontata è la morosità degli inquilini, che logicamente toglie risorse ai gestori di edilizia residenziale pubblica «anche se - afferma Rozza - non crediamo si tratti dell'unico problema». Per il Pd (e per gli altri partiti, da Forza italia al Movimento 5 Stelle, che hanno cofirmato questo ordine del giorno), la Regione dovrebbe dare mandato ai gestori di coordinarsi con le forze dell'ordine per sgomberare innanzitutto chi commette reati e chi distrugge il patrimonio immobiliare pubblico, e non le famiglie bisognose ma composte da brave persone che non ce la fanno a pagare il canone.

VIDEO. In via Lulli le case cadono a pezzi

La seconda grande tematica è quella della mancanza di risorse per le manutenzioni degli stabili. Un problema che riguarda soprattutto Aler Milano e Aler Pavia-Lodi. Nella realazione del collegio sindacale (maggio 2019) di Aler Milano si sottolinea che alcuni progetti di manutenzione non si possono realizzare (progetti, si sottolinea) «per l'impossibilità di Aler Milano di destinare risorse al reperimento di professionalità per l'attività di progettazione», una attività per la quale il Comune di Milano, per le case di sua proprietà, eroga risorse al suo gestore MM. 

Per affrontare di petto questo problema, è stato presentato un ordine del giorno che mira proprio a impegnare la Regione a erogare risorse per progettare le manutenzioni da parte delle Aler. «L'anno prossimo però - concludono Rozza e Pizzul - sarà necessario che la Regione incominci ad assumersi, almeno in parte, i debiti di Aler Milano». Che ammontano a circa 450 milioni soltanto verso banche e fornitori.

Fine della storia di Asset, "l'immobiliare" di Aler Milano

Su un altro fronte, che però riguarda sempre Aler Milano, è arrivata la notizia della fine della "storia" di Asset, la società controllata da Aler Milano creata nel 2005 con l'obiettivo (di fatto non raggiunto) di creare valore immobiliare al di là dello scopo principale di Aler stessa, che sarebbe quello di garantire un buon funzionamento di edizilia residenziale pubblica. Lunedì 23 dicembre Asset e Aler Milano procederanno dal notaio con la fusione per incorporazione da parte di Aler.

Attraverso la fusione, Aler acquisirà ufficialmente i debiti di Asset, che oggi sono quantificabili in 99 milioni di euro, e l'intero patrimonio, il cui valore d'acquisto è stato di 82 milioni ma che oggi è sceso a 61 a cui si potrebbero dover decurtare altri 7 milioni già accantonati in un fondo rischi per un terreno di Garbagnate Milanese su cui è in atto un contenzioso con il Comune. Contenzioso che, se perso, farebbe scendere il valore di quel terreno da circa otto a circa un milione di euro.

«La fusione di Asset in Aler è una richiesta avanzata dal Partito Democratico in sede di discussione di bilancio dell'anno scorso», commentano la consigliera regionale Carmela Rozza e il capogruppo Fabio Pizzul, «ma deve essere vista solo come una operazione di igiene di bilancio, un inizio di un percorso. Non certo una soluzione».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, il sindaco Beppe Sala ha deciso: "Scuole chiuse a Milano per una settimana"

Torna su
MilanoToday è in caricamento