Andrea Checchi ha vinto le primarie a San Donato Milanese

Ieri, a San Donato Milanese, si sono svolte le primarie per l'elezione del candidato del centro sinistra: ha vinto Andrea Checchi

Andrea Checchi, a sinistra, è il candidato sindaco (foto Pozzato)

Si sono svolte, a San Donato Milanese, nella nebbiosa e fredda domenica 20 novembre, le primarie del centrosinistra per l'elezione del candidato che si contrapporrà all'attuale sindaco nella prossima tornata elettorale, che si terrà nella primavera del 2012. In quest'occasione i candidati sono stati: Marco Menichetti che ha ottenuto 311 voti, Antonia Broglia, che ha raggiunto 867 preferenze e Andrea Cecchi che ha vinto con 985 schede. Nel seggio elettorale allestito presso il comune sandonatese, il candidato vincente ha risposto a qualche domanda di MilanoToday. 

Presentandosi a queste elezioni ha deciso di condividere un programma comune: quali sono i punti che più condivide di quest’ultimo?

Stringere un patto di solidarietà e responsabilità con tutti i componenti della città e promuovere servizi di alta qualità a favore delle fasce più deboli, privilegiare gli spazi destinati a pedoni e mezzi pubblici, privilegiando il traffico locale rispetto a quello di attraversamento. Valorizzazione delle risorse culturali esistenti e la rivalutazione di tutte le realtà e le eccellenze territoriali, attraverso un coordinamento delle politiche territoriali e dei servizi

Se dovesse risultare il vincitore di questa tornata elettorale come si preparerà alle prossime elezioni che si terranno nella primavera de 2012?

Lavorando con i cittadini in un percorso partecipato per la costruzione del programma della coalizione del centro sinistra in grado di attuare sensibilità, storie ed attenzioni diverse per la promozione di tutti i diritti di cittadinanza e ascoltando tutti i portatori di interesse: imprese commercianti, cooperative

Quali sono i suoi progetti politici nel caso in cui dovesse vincere queste primarie?

Il municipio deve essere la casa di vetro di tutti dove le scelte devono essere condivise, con trasparenza, con tutta la cittadinanza e fare gioco di squadra. Voglio realizzare una bella città da vivere: in grado di favorire l’incontro tra le persone, con piste ciclabili sicure, con un centro degno di tal nome e tante altre idee da pensare, progettare, realizzare insieme ai cittadini

Quali sono state le motivazioni che l'hanno spinta a proporsi come candidato alle primare e perché dovrebbe essere eletto come nuovo sindaco?

Credo di avere idee interessanti da proporre alla città, una competenza professionale ed umana che può essere messa a disposizione e perché parecchie persone intorno a me mi hanno sollecitato a candidarmi vedendo in me la figura giusta per le amministrative previste nella Primavera 2012

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Due scioperi in tre giorni, stop a metro Atm e treni Trenord: il mese infernale dei pendolari

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

Torna su
MilanoToday è in caricamento