Progetto co-finanziato dal Fondo Europeo per l’integrazione dei cittadini di Paesi Terzi

Le azioni

Palazzo Marino

Il Comune di Milano ha partecipato in qualità di partner al progetto europeo Healthy and Wealthy Together - Developing common European modules on migrants health and poverty; Salute e benessere: sviluppare moduli europei comuni sulla salute e il benessere degli immigrati. Il progetto, predisposto dalla città di Amadora (Portogallo) in collaborazione con il circuito europeo Qec-Eran, si inseriva nell’ambito delle azioni comunitarie del Fondo Europeo per l’Integrazione di cittadini di Paesi terzi dello scorso quinquennio 2007-2013 e si è svolto da dicembre 2009 a giugno 2011.

Il progetto partiva dalla constatazione che, nonostante le raccomandazioni europee e le iniziative locali per l’integrazione, i migranti e i loro figli restano ancora ad altissimo rischio povertà rispetto al resto della popolazione. Come risultato di tali condizioni di vita, sono più esposti a rischi di salute rispetto al resto della popolazione, con l’aggravante che per rimanere sul territorio italiano ed europeo è indispensabile il titolo del permesso di soggiorno per lavoro e/o per attesa occupazione. Ciò nonostante molto spesso tali cittadini non si avvalgono correttamente del Sistema Sanitario Nazionale e, soprattutto nei primi anni del percorso migratorio, gli stessi si adattano a forme di vita ad alta promiscuità e degradanti. La perdita del permesso di soggiorno conseguente alla perdita del lavoro, comporta poi anche la perdita del diritto all’assistenza sanitaria, salvo per le prestazioni urgenti. Salute, povertà ed esclusione sociale sono concetti fortemente correlati. Il concetto di “salute" non è solo legato alla mancanza di malattia, ma sta ad indicare uno stato di completo benessere sia fisico che mentale e sociale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

Torna su
MilanoToday è in caricamento