Autonomia Lombardia, Fontana tira dritto: "No accordi al ribasso"

L'assessore Galli: "Le esigenze lombarde non sono quelle dell'Emilia Romagna"

L'incontro di Fontana con i navigator

"Condivido e faccio completamente mia la chiara presa di posizione del nostro governatore Attilio Fontana, che ha fatto bene a ribadire al ministro per gli Affari Regionali, Francesco Boccia, che la Lombardia sull'autonomia regionale differenziata non accettera' mai una proposta al ribasso e neppure una inconcepibile 'estensione' della proposta dell'Emilia Romagna".

Lo afferma Stefano Bruno Galli, assessore della Regione Lombardia all'Autonomia e alla Cultura in una nota delle scorse ore.

"Applicare alla Lombardia la proposta adottata per un'altra Regione - prosegue l'assessore Galli - rappresenterebbe una violazione della nostra Costituzione. Non possono esserci soluzioni uniformi per problemi ed esigenze diverse di territori regionali diversi". "La Lombardia non e' l'Emilia Romagna - continua Galli - e il regionalismo 'differenziato' sottolinea ed esprime questa diversita'". "La Lombardia ha chiesto l'autonomia differenziata in tutte le 23 materie previste dalla Costituzione - conclude Galli - e vuole avere quelle 23 materie da gestire dal punto di vista legislativo e amministrativo".

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Incidente sull'A4, camion ribaltato in mezzo alla carreggiata: sei chilometri di coda

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento