Armi chimiche in Siria, Forza Nuova choc: «Chi è contro Assad è un terrorista»

Lo striscione affisso nella stessa nottata in cui il presidente americano ha deciso di bombardare la base siriana da cui era partito l'attacco chimico

Lo striscione di Forza Nuova

Striscione choc di Forza Nuova, a Milano, affisso nella notte tra il 6 e il 7 aprile davanti all'istituto Altiero Spinelli di Sesto San Giovanni, simbolicamente scelto perché nella città in cui, prima di Natale 2016, è stato ucciso il terrosista tunisino Anis Amri (responsabile della strage di Berlino) durante un conflitto a fuoco con la polizia italiana.

«Chi è contro Assad è un terrorista», si legge nello striscione. Il riferimento è all'accusa, rivolta al regime siriano di Assad, di avere usato armi chimiche in un recente attacco in cui sono morti tra l'altro molti bambini. La Siria ha respinto l'accusa e così anche la Russia, principale alleato dell'autocrate di Damasco, secondo cui invece le bombe avrebbero colpito un deposito di sostanze chimiche in mano ai ribelli.

Nel comunicato diffuso dall'organizzazione di estrema destra, si legge che «sei anni di aggressione internazionale alla Siria ci hanno insegnato che chi è contro Assad sta con i terroristi, e dunque è egli stesso un terrorista». Intanto, nella stessa nottata, alle 2.40 italiane, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha deciso di bombardare la base siriana da cui era partito quell'attacco, dopo avere dichiarato di avere cambiato idea su Assad. In precedenza, Trump aveva infatti riposizionato gli Stati Uniti su una linea moderatamente amichevole nei confronti dell'alleanza tra Assad e Putin.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Truffa sull'acquisto di farmaci, indagati dirigenti del San Donato

  • Cronaca

    Torna dall'Olanda con l'auto "imbottita" di 4 milioni di euro di "coca": tradito dal navigatore

  • Omicidi

    Omicidio a Bovisio, spara al cuore e uccide la moglie in strada: erano vicini alla separazione

  • Cronaca

    Rai al Portello, dove sarà il nuovo centro di produzione della tv di Stato a Milano

I più letti della settimana

  • Pregiudicati, spacciatori, buttafuori violenti e risse: il questore chiude dieci locali di Milano

  • Apre i battenti a Milano Mr. Nice, il negozio di J-Ax dove trovare la "marijuana legale"

  • Finisce contro 10 auto in sosta, abbandona l'amico in coma e va a casa: rintracciato

  • Chiesta la libertà condizionale per Vallanzasca: dal carcere parere positivo

  • Milano, tentato omicidio in casa, due feriti: uno è in pericolo di vita

  • Rissa nel night club per scambisti Bizarre di via Ripamonti a Milano: tre uomini accoltellati

Torna su
MilanoToday è in caricamento