Legittima difesa: dove firmare per la legge a Milano

Pene severissime per chi viola il domicilio: la proposta di legge popolare dell'Idv (che non vincola il Parlamento). Dove firmare

Legge legittima difesa

Sta avendo grandissimo successo anche in Lombardia l'iniziativa dell'Italia dei valori sulla "Legittima difesa" (qui le informazioni per la Lombardia). C'è tempo fino a fine maggio.

Per sottoscrivere anche a Milano la proposta di legge popolare (che non vincola in alcun modo il Parlamento alla trasformazione in legge, bisogna ricordare), infatti, che intende rafforzare la legittima difesa e tutelare maggiormente l’inviolabilità del domicilio - mobilitazione che ha raggiunto in tutt’Italia la quota di duecentomila sottoscrizioni - ci si può recare, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 12 e dalle 14.30 alle 15.30, nei seguenti indirizzi dei settori: per la Zona 1 in via Marconi 2, Zona 2 in viale Zara 100, Zona 3 via Sansovino 9, Zona 4 via Oglio 18, Zona 5 viale Tibaldi 41, Zona 6 viale Legioni romane 54, Zona 7 via Anselmo da Baggio 55, Zona 8 via Quarenghi 21, Zona 9 via Guerzoni 38.

"Noi di Italia dei Valori abbiamo così deciso di depositare in Cassazione una proposta di legge popolare per punire più severamente la violazione del domicilio attraverso il raddoppio delle pene (ora fissate ad un minimo di sei mesi ad un massimo di tre anni, noi vogliamo portarle ad un minimo di un anno e ad un massimo di sei) e potenziando le possibilità di legittima difesa, invero ad oggi alquanto limitate. Chi vìola la nostra casa deve essere punito severamente, e ai cittadini onesti va data la possibilità di tutelarsi. Diciamo no ai pistoleri per le strade, naturalmente, ma su questo tema riteniamo occorra assicurare più protezione a chi reagisce per difendersi. Il nostro ambiente casalingo professionale, quello in cui si svolge la sfera più privata della nostra vita, dove ci sono i nostri beni e i nostri cari, deve godere di una salvaguardia di livello superiore", si legge in una nota del partito.

"La raccolta di firme per questo ddl sta iniziando proprio in questi giorni. Di fronte ad una criminalità sempre più aggressiva occorre dunque, a nostro parere, aggiornare le norme esistenti collegandole alle nuove domande di sicurezza dei territori, in parti- colare quelli più esposti agli assalti di una criminalità sempre più violenta e sfrontata. Serve certamente più vigilanza delle forze dell’ordine, ma a loro vanno forniti più mezzi e più personale. Se la nostra proposta sarà approvata, e noi lavoreremo duramente in Parlamento affinchè ciò possa avvenire in tempi brevi, la violazione del domicilio verrà punita molto più duramente, escludendo poi qualsiasi responsabilità per danni subiti da chi volontariamente si è introdotto nelle sfere di privata dimora. Vogliamo dunque evitare ogni ipotesi di trasformazione dell’aggressore in vittima", si legge ancora nello scritto.

Presso la sede centrale dei Consigli di Zona in via Larga le firme si raccolgono al piano terra, stanza 19, con orario continuato dalle 8.30 alle 15.30, con ingresso da via Pecorari 3.

Lo si apprende da una nota inviata dall’ufficio stampa dell’Italia dei Valori, in cui si ricorda altresì che per maggiori informazioni è possibile scrivere a info@italiadeivalori.it. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Mezzi, a Milano si attende in media 9 minuti ogni giorno; e ce ne vogliono 43 per arrivare a destinazione

Torna su
MilanoToday è in caricamento