Crisi di governo, Marta Cartabia, prima donna (del Milanese) che potrebbe diventare premier

Nata nel 1963 e originaria di San Giorgio su Legnano, dal 2014 è vicepresidente della Corte costituzionale

Marta Cartabia (foto da Wikipedia)

Il nome di Marta Cartabia, vicepresidente della Corte costituzionale, è tra quello dei possibili candidati alla presidenza del consiglio nel caso di un alleanza tra pentastellati e Pd. Sarebbe la prima volta che una donna diventa premier in Italia.

Chi è Marta Cartabia

Nata nel 1963 a San Giorgio su Legnano, periferia nord-ovest di Milano, Marta Cartabia si è laureata (con lode) in giurisprudenza all'Università degli Studi di Milano, dove per sei anni ha anche lavorato come ricercatrice. Nel 2004, poi, è diventata professore associato all'Università Bicocca.

Oltre a insegnare come docente universitaria e a pubblicare diversi libri, dal 2011 Cartabia è giudice costituzionale, dopo la nomina del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, e dal 2014 vicepresidente della Corte costituzionale. Nel 2018 il nome della professoressa è stato indicato come possibile ministro tecnico del governo Cottarelli, che però non è mai nato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Si è scambiata un'infezione appena più seria di un'influenza per una pandemia letale"

  • Coronavirus, tutte le scuole di Milano e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, altro contagio: positivo al virus un 40enne che lavora a Cesano Boscone

  • Coronavirus, primi 2 casi a Milano: contagiati a Sesto e Mediglia, "caccia" al vero paziente 0

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: sono 47. Due casi nel milanese

  • Coronavirus, i contagiati in Lombardia sono 112. Positivo anche un medico del Policlinico

Torna su
MilanoToday è in caricamento