Renzi al Piccolo Teatro: «Simbolo per ripartire, deve avere autonomia che merita»

Il premier ha presentato il progetto del dopo Expo al Piccolo di via Rovello. E ha ricordato il valore simbolico del teatro voluto dal sindaco Greppi nel 1947

Matteo Renzi (Infophoto)

A Milano per presentare il piano del governo per il dopo Expo 2015, il presidente del consiglio Matteo Renzi ha voluto ricordare e citare il luogo che lo ospita martedì 10 novembre, ovvero il Piccolo Teatro. «E' una emozione particolare, perché è il luogo in cui il sindaco Greppi ebbe l'intuizione di ripartire», ha spiegato ricordando la decisione dell'allora sindaco di Milano Antonio Greppi di convertire, nel 1947, in sala teatrale l'ex cinema Rovello, che tra il '43 e il '45 era diventata una vera e propria sala di torture ad opera dei nazisti e dei fascisti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Questo è il simbolo di una città che ripartiva attraverso la cultura, ed è molto Milano», ha affermato il premier prendendo anche l'impegno di concedere al Piccolo «l'autonomia che si merita», entro i 70 anni dalla fondazione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Elena e Diego, i gemellini milanesi uccisi dal loro papà: ecco le prime verità dell'autopsia

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Tragedia a Pero, bambino di 5 anni muore soffocato mentre mangia una brioche in casa

Torna su
MilanoToday è in caricamento