Anticorruzione, nominati i membri dell'Orac: presidente l'ex magistrato Canzio

I due membri designati dalle minoranze sono il commercialista Bignamini e il docente del Politecnico Crivellini

Repertorio

Finalmente sono stati designati tutti i nove membri dell'Organismo regionale anticorruzione (Orac), istituito il 18 settembre 2018 ma non ancora attivo proprio perché i suoi membri non erano stati ancora designati. In questi mesi si era infatti manifestata una querelle soprattutto col Movimento 5 Stelle, che aveva ingaggiato una battaglia sui criteri di scelta dei membri dell'organismo, che va a sostituire l'Arac (Autorità regionale anticorruzione), il Comitato dei controlli e il Comitato per la legalità e la trasparenza.

Il presidente sarà Giovanni Canzio, 74 anni, primo presidente emerito della Corte di Cassazione, già presidente della Corte d'Appello di Milano. La giunta regionale, oltre a Canzio, ha nominato altri 7 membri, mentre 2 sono espressione delle minoranze consiliari e sono stati indicati attraverso una comunicazione di Alessandro Fermi, presidente del consiglio regionale. 

«L'Orac avrà funzioni aggiuntive, come l'indirizzo e il coordinamento del sistema dei controlli interno degli enti del sistema regionale, oltre al monitoraggio delle procedure di acquisto delle aziende sanitarie, in stretto raccordo con l'agenzia di controllo del servizio socio-sanitario», ha spiegato il presidente della Regione Attilio Fontana.

I membri di Orac

1) nominati dalla giunta regionale

Alessandro Bernasconi, 56 anni, avvocato, professore ordinario di diritto processuale penale al dipartimento di Giurisprudenza dell'Università di Brescia, presidente dell'organismo di vigilanza della Fondazione regionale per la ricerca biomedica.
Maurizio Bortoletti, 54 anni, colonnello dell'Arma dei Carabinieri, laureato in Giurisprudenza e Scienza dell'amministrazione.
Giovanni Canzio, 74 anni, primo presidente emerito della Corte di Cassazione, già primo presidente della Corte di Cassazione e presidente della Corte di appello di Milano, professore a contratto presso la facoltà di Giurisprudenza dell'Università Cattolica di Milano.
Umberto Fantigrossi, 61 anni, avvocato, consigliere d'amministrazione dell'Istituto per la scienza dell'amministrazione pubblica.
Mario Forchetti, 70 anni, generale di Corpo d'Armata, in congedo, della guardia di finanza, laureato in Scienze Politiche, in Scienze della Sicurezza economica e finanziaria e in Scienze internazionali e diplomatiche.
Attilio Iodice, 61 anni, generale di Brigata della guardia di finanza, in servizio, direttore coadiutore/coordinatore presso l'Istituto alti studi per la Difesa, laureato in Giurisprudenza, in Economia aziendale e in Scienze della Sicurezza economico-finanziaria.
Arturo Soprano, già presidente di Corte d'appello a Torino e presidente di sezione di Corte d'appello a Milano, laureato in Giurisprudenza.

2) nominati dalle minoranze consiliari

Stefano Bignamini, 64 anni, laureato in Scienze Politiche, commercialista e revisore legale.
Marcello Crivellini, laureato al Politecnico di Milano, docente a contratto di Analisi e organizzazione di sistemi sanitari presso il corso di laurea di Ingegneria Biomedica del Politecnico di Milano.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Clienti delusi dal villaggio di Natale di Milano, proteste sui social e richieste di rimborso

  • Incidente in viale Bezzi, schianto tra un filobus della 91 e un camion per la raccolta rifiuti

  • I politici romani prendono in giro l'albero di Milano: "Che schifo il vostro ferracchio"

  • "Puoi spostarti?": ragazza prende a schiaffi un uomo sull'autobus Atm, ma lui è sordomuto

  • Milano, uomo trovato morto sul marciapiedi: sul posto la scientifica

  • Milano, la figlia neonata di una detenuta non respira: agente della penitenziaria la salva così

Torna su
MilanoToday è in caricamento