Accampamenti di migranti: deputati Pd e +Europa interrogano Salvini, "colpa dei Paesi tuoi amici"

Secondo cinque deputati eletti a Milano, si tratta anche di persone respinte da Austria e Ungheria

Migranti in Porta Venezia a luglio 2018 (Sardone)

Sono tornati i migranti "accampati" nell'area di Porta Venezia (i giardini dei Bastioni) e della Stazione Centrale di Milano. Sarebbero circa 200. L'allarme è stato lanciato dall'assessore comunale al welfare Pierfrancesco Majorino (Pd) e dall'assessore alla sicurezza in Regione, Riccardo De Corato (Fdi), con toni però diversi, e viene ora ripreso da alcuni parlamentari di centrosinistra, che hanno depositato una interrogazione al ministro dell'Interno Matteo Salvini. Si tratta dei deputati del Pd Lia Quartapelle, Emanuele Fiano, Ivan Scalfarotto e Lisa Noja e del deputato di +Europa Bruno Tabacci.

«Si sta verificando - aveva affermato Majorino - una ripresa del fenomeno dei 'transitanti' nella nostra città, quindi di migranti non richiedenti asilo, in prevalenza di origine eritrea, desiderosi di andare in Austria e Germania, e di profughi che hanno ricevuto il diniego rispetto alla richiesta di asilo». E De Corato aveva sottolineato che c'erano anche coloro che, mandati via dai Paesi confinanti, tornano in Italia.

Nell'interrogazione, i deputati chiedono a Salvini di «contrastare le situazioni di degrado e gli accampamenti abusivi riapparsi dopo mesi a Milano» ma sottolineano anche il ruolo dei «Paesi dell'Unione Europea amici di Salvini, come l'austria e l'Ungheria», che stanno respingendo i migranti facendoli tornare in Italia. Di qui un'altra richiesta al governo, ovvero impegnarsi per promuovere «sanzioni europee per chi non accoglie e per coordinare l'accoglienza nei vari Comuni della Lombardia».

I deputati ricordano che gli accampamenti erano scomparsi «grazie al lavoro del Comune, che ospita ogni notte più di 5 mila persone, della Prefettura che ha coordinato l'accoglienza nell'hinterland e del governo Gentiloni che, negli ultimi due anni, ha fatto calare gli sbarchi da 180 mila a 17 mila persone».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di tutt'altro avviso Silvia Sardone, consigliera comunale e regionale di Forza Italia, secondo cui si tratterebbe della conseguenza della «propaganda pro immigrazione della sinistra, che ha aperto le porte a tutti moltiplicando i clandestini, gli immigrati in transito, i delinquenti e i bivacchi nelle strade».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, i clienti non rispettano le norme anti Coronavirus: il pub decide di 'auto chiudersi'

Torna su
MilanoToday è in caricamento