Moschee, quella di via Novara non si farà più

L'area esce dal piano dei luoghi di culto. Esulta il centrodestra

La protesta dei consiglieri di centrodestra contro le Moschee (foto MiaNews)

Non ci sarà una Moschea in via Novara: l'area esce infatti dal piano dei nuovi luoghi di culto del Comune di Milano. E' successo durante la seduta del consiglio comunale di giovedì 17 gennaio nell'ambito del dibattito sul "piano per le attrezzature religiose" da allegare al Pgt, secondo quanto prevede la normativa regionale del 2015

L'area è una delle tre che, inizialmente, Palazzo Marino avrebbe voluto mettere a disposizione attraverso un bando aperto a ogni culto, insieme a via Esterle e via Marignano. Tuttavia è quasi assodato che al bando per via Esterle (e, inizialmente, per via Novara) parteciperanno associazioni islamiche mentre via Marignano sarà "appannaggio" di Chiese protestanti o ortodosse.

Restano nel piano dei luoghi di culto i quattro immobili per i quali è già indicata una precisa destinazione. Tre per i cristiano-evangelici: via Magreglio (Chiesa Cristiana Evangelica Assemblea di Dio Alleanza e Vita), via Bacchiglione (Chiesa Cristiana Evangelica Punto Lode di Milano) e via Rosalba Carriera (Chiesa Cristiana Evangelica 'Internazionale "Ministero Sabaoth). Due per i cristiani copto-ortodossi (via Gaggia e via Lago di Nemi). Quattro, infine, alle comunità islamiche: via Padova/Cascina Gobba (Associazione Al-Waqf Al-Islami in Italia), via Maderna (Comunità Culturale Islamica Milli Gorus), Via Gonin (Associazione Culturale no profit Der El Hadith) e Via Quaranta (Comunità Islamica Fajr).

Per finire, la Chiesa Cattolica ha chiesto sei spazi ancora da individuare in altrettanti quartieri di recente o futuro sviluppo: Montecity Rogoredo, scalo Romana, scalo Farini, Fiera Milano City, Cascina Merlata ed Expo.

"Un bellissimo risultato": commenta così, a caldo, l'esclusione di via Novara il presidente del Municipio 7 Marco Bestetti, di Forza Italia. E il suo collega di partito Pietro Tatarella, consigliere comunale, aggiunge: "Quell’area servirà da parcheggio di interscambio in vista del prolungamento della M5 e per fermare fuori dalla città le auto dirette a San Siro".

"Via Novara è stata tolta perché le comunità religiose che hanno partecipato al tavolo non hanno mostrato in realtà interesse per l'area", puntualizza invece Alice Arienta, consigliera comunale del Pd.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, militare pugnalato alla gola in Stazione Centrale da un passante che urla "Allah akbar"

  • Milano, tenta di incassare il gratta e vinci rubato: beccato, in casa ne aveva altri 600

  • Milano, fumo nero e puzza di bruciato da Spontini in via Marghera: arrivano i pompieri

  • Sciopero venerdì 27 setttembre, a Milano si fermano per 24 ore i mezzi Atm: orari di metro

  • Esplosione nella fabbrica di cannabis light: fiamme alte 10 metri, feriti padre e due figli

  • "Ritrovo di pregiudicati", la questura chiude tre bar di zona Certosa

Torna su
MilanoToday è in caricamento