Anarchici in piazzale Rosa, botta e risposta tra Pd e Aler

L'attacco del Partito Democratico: "Aler ripristini la legalità". Risponde il presidente di Aler Milano: "Sono sorpreso: non abbiamo competenza diretta per la sicurezza"

Gli anarchici (foto I.P.)

E' polemica sull'occupazione di un ex negozio in piazzale Gabriele Rosa (Corvetto) da parte di un gruppo di anarchici, domenica 19 marzo. L'episodio, con tanto di musica ad alto volume diffusa per molte ore nella piazza, ha scatenato la polemica politica tra il Partito Democratico, Aler Milano e altre forze.

Era diretto ad Aler l'attacco del Pd, con il segretario metropolitano Pietro Bussolati e il parlamentare Paolo Cova. «Da tredici anni la regione ha lasciato vuoti i caseggiati della piazza, favorendone illegalità e degrado. Non stupisce l'ennesima occupazione abusiva avvenuta nel quartiere del Corvetto», hanno dichiarato i due esponenti democratici rimarcando poi la differenza tra Aler e MM: «Le case gestite da MM e amministrazione comunale, nello stesso quartiere, non vengono occupate». Di qui, secondo Bussolati e Cova, la «grave inerzia di Aler» che «rischia di legittimare situazioni di illegalità». 

«Mentre si lavora per restituire case alle famiglie, si verificano irruzioni e occupazioni illegali che minacciano l'incolumità dei residenti. Aler faccia al più presto qualcosa per riportare la legalità nel quartiere», hanno concluso i due politici del Pd.

Immediata la replica del presidente di Aler Milano, Mario Angelo Sala: «Aler non è un avversario politico ma un'azienda che si occupa della parte più fragile della popolazione», ha affermato dicendosi «sorpreso» delle parole di Bussolati. Ricordando che Aler non ha «dirette competenze» sulla sicurezza, Sala ha dichiarato che «i fatti di piazzale Rosa confermano la necessità di un intervento sinergico di tutte le Istituzioni, nessuna esclusa», e ha ricordato che «Aler sta facendo la sua parte, impostando nuove procedure per snellire i tempi di assegnazione degli alloggi, gli altri devono essere chiamati a rispondere con le proprie rispettive competenze. La partita si vince a condizione che si giochi insieme, evitando strumentalizzazioni di mera cucina elettorale». 

Sul punto è intervenuto anche Riccardo De Corato, esponente di Fdi ed ex vice sindaco: «Aler non può sgomberare palazzi da solo. Gli agenti devono venire da polizia, carabinieri e vigili, quindi da questura, prefettura e comune: dove sono questore, prefetto e sindaco?». E Alessandro De Chirico, vice capogruppo di Fi a Palazzo Marino, si aspetta che venga «presentata denuncia per l'occupazione di Macao nei locali di Sogemi», dopo la «ferma condanna» espressa dal Pd contro le occupazioni abusive.

Infine la promessa dell'assessore alla sicurezza Carmela Rozza (Pd): «Inaccettabile che i centri sociali determino degrado e illegalità in un quartiere che cerca di affrancarsi dallo spaccio e dalla delinquenza», è il commento di Rozza non solo circa l'occupazione del negozio ma anche per gli imbrattamenti che si sono verificati in piazza Ferrara. Rozza ha ricordato l'episodio dell'albero di Natale andato a fuoco nella notte di Capodanno e ha spiegato che, in piazza Ferrara, a febbraio è stata potenziata l'illuminazione: «Reagiremo ad ogni azione che inneggi all'illegalità, danneggiamenti o occupazioni abusive».

«Quest'ultima occupazione - ha proseguito Rozza riferendosi a piazzale Rosa - la prendo come un affronto all'impegno del Comune di Milano e di tutti i cittadini per bene che lottano ogni giorno per strappare spazi di legalità in quel quartiere. Per questo la questione sarà posta al prossimo Comitato per l'ordine e la sicurezza. Per quanto ci compete, già una volta siamo intervenuti per cancellare scritte offensive comparse sui muri del mercato e lo faremo anche questa volta. E per restituire la piazza ai cittadini ho già concordato con il neo presidente di Aler che anche loro provvedano a pulire le facciate dei loro palazzi».

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di maurizio
    maurizio

    essere  poveri non  vuol  dire  essere  delinquenti.negli  anni   50ho  conosciuto  gente  povera ma  con  un'educazione e  una  voglia  di  crescere culturalmente ,da  veri signori .oggi  la  povertà  è  solo  sinonimo di  delinquenza,la  gente  ha  perso  la  dignità ,creando una  società  di  sbandati alla  riderca  del  gral.sia  conseguenza  del 1968?

Notizie di oggi

  • San Donato

    San Donato, vigile spara al suo superiore e lo uccide: poi si ammazza con la stessa pistola

  • Meteo

    Bufera di grandine e temporali: altra ondata di maltempo su Milano, danni in provincia | Foto

  • Bicocca

    Rissa con i coltelli in una nota discoteca di Milano: tentato omicidio per un 19enne | Video

  • Darsena

    Ubriaco e nudo, ragazzo fa il bagno in Darsena a Milano: serie di tuffi al grido di "cocaina"

I più letti della settimana

  • Risultati ballottaggio 2017 a Sesto: Roberto Di Stefano è il nuovo sindaco, chi è

  • Comunali 2017, risultati ballottaggio a Magenta: Chiara Calati è il nuovo sindaco

  • Risultati ballottaggio ad Abbiategrasso: Cesare Nai è il nuovo sindaco

  • Elezioni 2017: a Milano sono dodici i comuni andati al ballottaggio | I risultati

  • Ballottaggio 2017 a Cernusco: chi è il nuovo sindaco Ermanno Zacchetti

  • Ballottaggio 2017 a Buccinasco: Rino Pruiti è stato eletto sindaco

Torna su
MilanoToday è in caricamento