Pediatra ai bambini stranieri irregolari, il sì definitivo della Regione Lombardia

Il provvedimento è passato in sordina, mentre all'avvio nel 2014 si erano scatenate le polemiche

Che faccia notizia è strano, ma così è. La Regione Lombardia ha stabilizzato il provvedimento per riconoscere il diritto al pediatra per i bambini stranieri non regolari in Italia. Un diritto previsto dalla normativa nazionale e già adottato in Regine dal 2014. Ma mentre all'epoca la cosa venne accompagnata da infinite polemiche, stavolta la stabilizzazione è stata effettuata senza alcun clamore, tanto che il provvedimento risale al 17 dicembre ma "salta fuori" solo ora, grazie a Simona Ravizza sul Corriere.

Emanuele Monti, consigliere regionale della Lega e presidente della commissione sanità, conferma la conclusione della sperimentazione e, dal 1 gennaio 2019, tutti i bambini stranieri irregolari sono definitivamente iscritti al servizio sanitario regionale. Non viene però loro assegnato un pediatra specifico: assegnazione ora invocata ora dal centrosinistra, che con Paola Bocci del Pd ricorda che il pediatra è una importantissima figura di riferimento per la salute dei bambini e dei ragazzi.

Ma un passo alla volta. E' sicuramente già un ottimo risultato che si sia arrivati a riconoscere che il diritto alla salute per i bambini irregolari è più importante del loro status giuridico. In passato, quando non era stata avviata nemmeno la sperimentazione, la Lega (allora Lega Nord) replicava che quei bambini avevano già il pronto soccorso a loro disposizione (come se fosse la stessa cosa).

L'assistenza sanitaria garantita ai minori irregolari proviene da un accordo tra lo Stato e le Regioni che risale al mese di dicembre del 2012. Ed è di un anno dopo il provvedimento con cui la giunta di Roberto Maroni ha "rispettato" l'accordo, seppure inizialmente in via sperimentale e ora, col successore Attilio Fontana, in via definitiva.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Oh maroni e la sanità. Noi se ti succede qualcosa all'estero se non hai i soldi nessuno ti fa nulla

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Via Padova, arrestato un pusher ogni 11 ore: sequestrati chili di marijuana, cocaina e fumo

  • Cronaca

    Inseguita in auto e terrorizzata dall'ex, aveva un litro di acido nel baule: arrestato stalker

  • Cronaca

    Ragazza partorisce fuori dal boschetto della droga di Rogoredo: ricoverati lei e il bambino

  • Sport

    Napoli-Inter, striscione contro Belardinelli: "A terra c'è una mer... di Varese"

I più letti della settimana

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Incidente in A8, Suv tampona camion e si ribalta: morti due ragazzi, altri due feriti. Foto

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Sciopero generale dei mezzi: a Milano venerdì rischio stop a metro, tram, autobus Atm e treni

  • Metro ferma a Milano, stop ai treni della M2: "Problema alla rete", caos autobus sostitutivi

Torna su
MilanoToday è in caricamento