sabato, 25 ottobre 7℃

Penati non segue il Trota: "Non mi dimetto. Sto aspettando processo"

"Vorrei essere sottoposto al più presto a processo", spiega il consigliere regionale Penati, che "non si dimetterà": "Ho già lasciato la vicepresidenza del Consiglio"

Redazione 10 aprile 2012
1

"A proposito della richiesta di dimissioni da consigliere regionale ricordo che mi sono dimesso prontamente dalla carica di vicepresidente del Consiglio, ho chiesto di essere esonerato dal partecipare a commissioni d'inchiesta per separare la mia vicenda giudiziaria dalla vita dell'istituzione e ho lasciato tutti gli incarichi nel Pd".

Lo scrive in una nota il consigliere regionale ed ex presidente della Provincia Filippo Penati, indagato per un presunto giro di tangenti. A più voci dalla maggioranza sono state chieste le sue dimissioni. Proprio lunedì di Pasqua sono arrivate le dimissioni di Renzo Bossi, consigliere regionale e figlio dell'ex leader del Carroccio Umberto.

Annuncio promozionale

"Ad oggi - aggiunge - la Procura della Repubblica di Monza ha chiesto una nuova proroga delle indagini di altri sei mesi che sono peraltro in corso da quasi due anni. Non è neppure ancora stata presentata la richiesta di rinvio a giudizio, che mi consentirà di stare per la prima volta davanti al giudice dell'udienza preliminare per far valere le mie ragioni. Ciò che chiedo oggi e ho chiesto più volte è di poter essere sottoposto al più presto a processo".

Filippo Penati
pd

1 Commenti

Feed
  • Avatar anonimo di Filippo

    Filippo Dimettiti sii uomo... Non ti nasconedere dietro il trota dimettiti e basta!!!

    il 10 aprile del 2012