Critica la giunta su Facebook, i vigili vanno a casa sua: «Chieda scusa alla sindaca»

La donna aveva scritto «amministrazione ridicola». Il comandante dei vigili conferma

Repertorio

Una cittadina riceve la visita a casa della polizia locale per un commento su Facebook rivolto alla giunta («amministrazione ridicola»). E viene praticamente costretta a scrivere una lettera di scuse, altrimenti il comandante della polizia locale avrebbe proceduto con una querela d'ufficio. 

E' accaduto a Peschiera Borromeo, alle porte di Milano, e il caso (evidenziato da 7giorni.info) non ha mancato di scatenare qualche polemica. Tutto è iniziato con un post su Facebook dell'amministrazione, il 27 giugno 2019, con fotografie che illustravano il rifacimento di segnaletica orizzontale e l'hashtag #peschierasicura. Tra le varie critiche, quella della cittadina in questione, il cui commento nel frattempo risulta cancellato.

La polizia locale a casa

La donna, qualche ora dopo, ha ricevuto a caso una visita di agenti di polizia locale che le hanno riferito che il comandante Claudio Grossi avrebbe voluto parlarle al telefono. E, durante la telefonata, l'ufficiale le ha suggerito di scrivere una lettera di scuse alla sindaca Caterina Molinari. Sentito sempre da 7giorni.info, Grossi ha confermato tutto, aggiungendo che «la signora aveva scritto anche altro, adesso non mi ricordo precisamente», anche se sembra che la frase "incriminata" fosse proprio «amministrazione ridicola».

Grossi ha però aggiunto anche che la sindaca non c'entra niente con la visita della polizia locale: il commento della cittadina gli era stato riferito da qualcun altro. La vicenda della signora pare essersi chiusa con la lettera di scuse, ma su Facebook altre persone (dopo avere letto quanto avvenuto) non la stanno prendendo benissimo.

Polemiche social

«Ho letto la notizia sui giornali e verrò presto a far visita a Peschiera: sono un appassionato di storia della seconda guerra mondiale e del regime repressivo sovietico», scrive un cittadino (non di Peschiera) in un commento sulla pagina Facebook del Comune. E un cagliaritano: «Ma mandate i vigili anche in trasferta in Sardegna?». Ancora: «Mandate anche le vigilesse a chi commenta sbagliato? (comunque è roba da fascisti eh...)».

Durissimo un pescherese: «Sindaco ridicola, comandante dei vigili cialtrone... poveri cittadini. P.S. Adesso me ne vado al mare la pattuglia per le scuse mandala prima di cena. Imbecilli». La sindaca Molinari, che è stata eletta con il sostegno di due liste ecologiste sconfiggendo al ballottaggio il candidato del Partito Democratico, difende l'operato della polizia locale ricordando che sindaco e assessori sono pubblici ufficiali. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Orrore a Milano, ragazzo trovato morto in casa: cadavere in avanzato stato di decomposizione

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Un ponte sospeso, store "sperimentali", 190 negozi: ecco il nuovo mega mall di Milano

  • Scuole, ecco i licei e gli istituti di Milano dove il diploma vale oro: la classifica completa 2019

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

Torna su
MilanoToday è in caricamento