Consigli di zona: tre su nove contrari a ridurre i consiglieri

I nuovi Municipi partono "male": non piace a tutti la riduzione dei consiglieri a 25

Un consiglio di zona

La trasformazione delle zone in Municipi si è rallentata. E' la seconda "grande riforma" dopo quella che ha trasformato la provincia nella Città metropolitana: dovrebbe rimodulare completamente poteri, competenze e fondi tra Palazzo Marino e i "parlamentini" delocalizzati. Il punto su cui però qualcosa si è incrinato è la riduzione del numero dei consiglieri. La riforma prevede il tetto di 25 consiglieri municipali, mentre oggi le zone hanno 31 consiglieri (la zona 1) o 41 (tutte le altre).

Si parla di territori vasti, per niente omogenei tra loro (spicchi che vanno dal semicentro al confine comunale), con una popolazione che arriva perfino a circa 180 mila abitanti (la zona 2, la più popolosa). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I consigli di zona 2, 3 e 4 hanno chiesto esplicitamente che non si riducano i consiglieri. A loro giudizio si ridurrebbe in modo eccessivo la rappresentanza, rischiando di "lasciar fuori" i partiti più piccoli, che pure con il premio di maggioranza riescono a "portare a casa" solo un consigliere con i numeri attuali. E' per esempio il caso, in questa consiliatura, dei Radicali e della lista Milly Moratti. Ma anche di alcune liste d'opposizione, come il Movimento 5 Stelle, l'Udc e il Nuovo Polo per Milano. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

  • Milano, niente più mascherina all'aperto se si rispetta la distanza di sicurezza

Torna su
MilanoToday è in caricamento