Sindaco Sala sempre più tentato dal ricandidarsi: "E' un'ipotesi molto solida"

Il primo cittadino interviene anche sulla questione stadio: "Noi non vogliamo provocare"

Beppe Sala

Ne aveva già parlato e mai ne aveva fatto mistero: una candidatura per un secondo mandato potrebbe essere realtà. E così il sindaco Beppe Sala, intervenuto sabato mattina al Parenti in un incontro organizzato dal giornale Linkiesta.it, ha affermato che potrebbe esserci un Sala bis: "Credo che il ricandidarmi a Milano possa essere un'ipotesi molto solida".

Le parole del sindaco milanese sono state interrotte da un applauso. Sala, in carica dal 2016, dovrebbe affrontare così una seconda campagna elettorale nel 2021 dopo aver sconfitto 3 anni fa Stefano Parisi. 

Su un suo futuro in politica a livello nazionale, Sala ha detto "senza troppa falsa modestia" di avere "un profilo adatto a Milano. Mi chiedo se il mio profilo, fuori dai confini milanesi, possa andare bene oppure prevarrebbe un modo di fare politica lontano dalle mie capacità? E poi una persona si può immaginare leader solo se ha una piattaforma di idee e un gruppo che lavori con lui e che ha la volontà di fare quel salto. Io al momento non ho risposte, penso a Milano e non mi muoverei, perché il potere per il potere non è una cosa che mi attrae. Non vado in una realtà dove non posso dare un contributo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sala su San Siro: "Non abbiamo un atteggiamento provocatorio con Milan e Inter"

Poi il primo cittadino ha parlato anche di San Siro. In queste ore, infatti, Milan e Inter stanno vagliando il documento licenziato da Palazzo Marino, con vincoli stringenti per le squadre: "Non è che per lo spauracchio di Sesto San Giovanni possiamo concedere condizioni al di là di quelle che concederemmo a qualunque operatore: sono abbastanza ottimista sul prosieguo ma vedremo nei prossimi giorni. Il nostro atteggiamento è tutto meno che provocatorio. Trattiamo le squadre come qualunque imprenditore o privato che vuole fare una iniziativa immobiliare su Milano".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • Coronavirus, a Milano continuano a crescere i contagi. Oltre 9mila morti in tutta la Regione

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Mi hanno licenziato, faccio una strage": la chiamata ai ghisa fa scattare l'allarme a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento