Interrogazione al Senato sul "Boschetto della droga" di Rogoredo a Milano

M5S: "Sono stati intensificati i controlli di Polizia e Carabinieri ed è stato attivato un presidio sanitario per prevenire i danni"

Rogoredo

“Sulla situazione di degrado che affligge il Boschetto di Rogoredo, oggetto di un’interrogazione odierna al Senato, il gruppo del Movimento 5 Stelle Senato esprime soddisfazione per le risposte date dal sottosegretario del ministero dell’interno, Carlo Sibilia”.

Lo comunicano in una nota i senatori milanesi Daniele Pesco (M5S) e Simona Nocerino (M5S), rispettivamente presidente della Commissione bilancio e componente della Commissione lavoro.

“Sono stati intensificati i controlli di Polizia e Carabinieri ed è stato attivato un presidio sanitario per prevenire i danni, salvare le persone e contrastare la criminalità. Permangono perplessità sull’ipotesi di cementificazione, legate all’amministrazione cittadina, su un’area verde che va tutelata come parco e non occupata da stadi, ipermercati o altro”, concludono gli esponenti pentastellati.

Come sta cambiando Rogoredo

Rogoredo avrà una "nuova vita". La prefettura ha infatti coordinato un progetto ("L'unione fa la forza") che, come dice il nome, mette in rete non soltanto tutte le istituzioni ma anche numerose associazioni ambientaliste, di volontariato e di assistenza. Con un comune obiettivo: rendere il bosco della droga un luogo completamente diverso da come lo si conosce oggi. Nel frattempo, le forze dell'ordine che effettuano i periodici blitz nell'area sostengono che la situazione stia migliorando.

Si cercherà di intercettare i tossicodipendenti, sia quelli che gravitano nelle aree limitrofe al boschetto sia quelli che si trovano stabilmente nell'area di spaccio. E poi verrà sensibilizzato il quartiere, in modo da contrastare la diffusione e la "normalizzazione" del consumo delle sostanze stupefacenti. 

Istituzioni e associazioni

La rete in campo è davvero notevole: Regione, Comune, Municipio 4 sul fronte istituzionale, Italia Nostra sul fronte ambientale, mentre sul fronte socio-sanitario saranno impegnati gli ospedali Fatebenefratelli-Sacco e San Paolo-San Carlo con le loro strutture anti-dipendenza, l'Ats (ex Asl), l'Areu (il 118), la Croce Rossa e diverse associazioni come Comunità Nuova, Cooperativa lotta contro l'emarginazione, Fondazione Eris, il Gabiano, Promozione Umana, Casa del Giovane, Fondazione Exodus, Volontari Quartiere Rogoredo, Volontari Associazione Kyros.

Gli operatori socio-sanitari lavoreranno 6 ore al giorno, tutti i giorni, e saranno coordinati dalla Croce Rossa. Areu assicurerà la presenza di un mezzo per il primo soccorso. I tossicodipendenti verranno intercettati con presidii per la riduzione del rischio e favorendo l'astensione dal consumo di eroina, anche proponendo una "prima accoglienza notturna" per facilitare l'accesso al programma di disintossicazione. 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (9)

  • Non vedo a cosa serva l' interrogazione: senatori e deputati sanno benissimo dove comprare la droga.

  • Ma distribuire droga gratuitamente, sotto controllo sanitario, a tutti i drogati conclamati? Facciamola finita con l'ipocrisia dei demecattolici o perbenistiacasatua, un bel patentino di drogato e accedi al servizio, in assoluto anonimato, così hai le tue dosi giornaliere e non devi ne rubare, prostituirti o farti di mer.dac.cia in giro sporcando e facendo incavolare la gente. Ovviamente ritiro della patente e obbligo di esami del sangue per avere la certezza che sei un drogato. Così si stronca il mercato clandestino e si fa finalmente pulizia per le strade. Troppo razionale vero?... allora tenetevi gli zombies per le strade

  • Allora via aggiorno io, che vivo la zona! La situazione dopo anni, è lievemente migliorata ma dico chiaramente che prima eravamo sotto il limite di sopportazione. Siccome Salah manda i monaci tibetani a pregare (sono venuti realmente a pregare) e dopo progetti di "percorso vita in mezzo la natura" mai avviato, la costante presenza delle forze di polizia ha migliorato un po' le condizioni. Ma attenzione c'è sempre via vai di numerosi personaggi poco piacevoli, numerosi zombies strafatti che dormono, defecano, urinano sotto il mezzanino metro, ci sono parecchi delinquenti che tentano di rapinare per comprarsi le dosi, furti nella vicina coop, individui che si bucano a cielo aperto! Tutto questo ancora presente e visibile ma leggermente meglio! Sprono chi governa la città di pensare meno alle Olimpiadi del 2026 che potrebbe interessare il quartiere ma alla situazione 2019 dove per certi versi siamo lontani dalla decenza

    • Monaci tibetani ? E il Papa cosa ne pensa ?

    • Io alle volte forse sarò un po' esagerato con le mosse da attuare e soprattutto anticostituzionali, però, visto che i cani randagi vengono messi nelle gabbie in canile, io farei lo stesso con questi tossici, in quanto randagi. Come in una puntata dei Griffin, si crea L'Umanile.

    • Vivo in zona anche io. Passo dalla stazione due volte al giorno, tutti i giorni feriali. La situazione è insostenibile - ormai da tempo. Eppure non succede nulla. Perché? Perché "chi governa la città" non ha strumenti per fare nulla. Al massimo può chiedere ad ATM o ferrovie di pulire più di frequente, oppure può promuovere iniziative civili e di volontariato - esattamente ciò di cui si parla nell'articolo. Certo, l'iniziativa è coordinata dalla prefettura, ma... Le forze di polizia e il prefetto - ovvero chi ha autorizzazione e poteri per intervenire davvero - rispondono al Ministero dell'Interno - ovvero Salvini. Volendo leggere logiche di partito, Salvini ha tutto l'interesse a NON risolvere il problema per far ricadere la colpa su Sala, in modo da non farlo confermare sindaco alle prossime elezioni comunali ma, magari, piazzarci uno della Lega.

      • E ma c'è da dire che anche quando il governo era targato PD la situazione era tragica, penso sia piuttosto stato usato quel luogo come contenimento di tutto, un po' fosse il cuscinetto del degrado per convogliare in una sola area tutto lo schifo che potevano produrre spacciatori, drogati e droga

        • confermo, nessuno ha mai fatto NULLA per risanare quella situazione NESSSUNO MAI. se non nel momento della campagna elettorale, a quel punto tutti i partiti da rifondazione a forza nuova si "attivano" per sollevare questioni e comunque non fare mai nulla. Effettivamente Sala quanto meno sta provando a capire cosa di possa effettivamente fare... ancora troppo poco e se aspettano ancora un po' questa polveriera sociale esploderà e la deflagrazione ci investirà tutti

  • Speriamo parta a breve

Notizie di oggi

  • Omicidi

    Omicidio a Milano, bimbo ucciso di botte in casa: lividi e ferite sul corpo, fermato il padre

  • Cronaca

    Furti milionari nelle case in centro: presa la banda di specialisti, tra loro il rapinatore killer

  • Economia

    Comuni virtuosi ed efficienti: Milano a metà classifica, secondo tra quelli "in negativo"

  • Cronaca

    Gli amici pusher, l'eroina e il sesso in cambio di favori: la doppia vita del carabiniere, arrestato

I più letti della settimana

  • Omicidio a Milano, bimbo di 2 anni ucciso di botte in via Ricciarelli: padre in fuga per ore

  • Milano, aggredisce i poliziotti con un coltello: "Vi sgozzo, paese di me...", 23enne arrestato

  • Alba di sangue a Milano, ragazzo accoltellato al culmine di una rissa fuori dalla discoteca

  • Volo Alitalia Milano-New York riatterra dopo pochi minuti a Malpensa

  • Terremoto vicino a Milano, registrata scossa di magnitudo 2.5 a Robecco sul Naviglio

  • Sciopero generale dei mezzi: a Milano venerdì rischio stop a metro, tram, autobus Atm e treni

Torna su
MilanoToday è in caricamento