Sciopero a Milano di metro', bus e tram mercoledì 5 aprile: niente accordo per Tpl

Braccio di ferro tra sindacati e Palazzo Marino per lo "spacchettamento" del Tpl

Mezzi

E' stato per ora confermato lo sciopero dei mezzi indetto per mercoledì 5 aprile 2017 a Milano. La prefettura sarebbe pronta a intervenire con lo strumento della precettazione, tuttavia è lo stesso sindaco Beppe Sala a frenare e a rivendicare comunque il diritto di protesta, in una trattativa serrata che va avanti da giorni. Quali sono gli orari dello sciopero? "Per mercoledì 5 aprile le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl, Faisal-Cisal, Orsa, Sama-Faisa e Cub Trasporti hanno proclamato uno sciopero di quattro ore del personale del Gruppo Atm Spa. L'agitazione in Atm - scrivono da Atm - è prevista dalle ore 8.45 alle ore 12.45".

La lettera dei lavoratori: "Ecco perché scioperiamo"

La tensione tra Palazzo Marino e i sindacati dei trasporti è molto alta. I lavoratori di Atm protestano contro il comune per l’ipotesi “spacchettamento” del servizio di Trasporto pubblico locale (Tpl), una decisione che porterebbe, secondo loro, a riduzione di servizi e peggioramenti delle condizioni per i lavoratori.

In queste ore, sono stati distributi volantini in diverse zone che spiegano i motivi della protesta. La decisione di scioperare era arrivata lo scorso 16 marzo, dopo la fumata nera del tentativo di conciliazione in Prefettura riguardo a una delibera che i lavoratori contestano perché “decide di spezzettare il sistema della mobilità milanese”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I dipendenti Atm hanno già manifestato lunedì davanti a palazzo Marino chiedendo un incontro con il sindaco per discutere il tema della gestione del Tpl. "Il sindaco non ha neanche ritenuto opportuno richiamare le delibere della gara. Ancora oggi gli uffici stanno lavorando per questo. Eppure Sala, in alcune dichiarazioni rilasciate ai quotidiani, ammette che si possa mantenere il servizio in house. Ancora una volta, tra le parole e i fatti c'è sempre un abisso", dichiara la capogruppo M5S, Patrizia Bedori, a lungo applaudita. "Purtroppo, infatti, la maggioranza la settimana scorsa non ha votato a favore del richiamo della mozione che impegna il sindaco a mantenere il servizio Tpl in house. Oggi i lavoratori, che chiedono la stessa cosa, hanno tutto il diritto di manifestare e di indire lo sciopero mercoledì", conclude Bedori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: + 402 nuovi casi positivi su quasi 20mila tamponi

  • All'Antico Vinaio a Milano, il 15 giugno apre il mitico locale delle schiacciate fiorentine

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

Torna su
MilanoToday è in caricamento