Consiglio comunale, niente seggio ai Radicali: la decisione del Tar

Negato il seggio nonostante l'apparentamento ufficiale con la maggioranza poi vincitrice, quella di centrosinistra

Marco Cappato (Radicali)

Niente da fare per i Radicali, a cui il Tar ha negato l'assegnazione di un seggio nel consiglio comunale di Milano. Un passo indietro. Dopo il primo turno elettorale del 5 giugno 2016, per il quale la lista radicale aveva candidato a sindaco Marco Cappato, i Radicali si erano apparentati ufficialmente con il centrosinistra a sostegno di Giuseppe Sala, che poi ha vinto le elezioni ed è diventato sindaco.

La coalizione ha quindi avuto il premio di maggioranza. Secondo l'interpretazione dell'ufficio elettorale del comune di Milano, avallata ora dal Tar, per distribuire i seggi occorreva però tenere conto delle alleanze al primo turno e non dei successivi apparentamenti. Dunque i Radicali sarebbero rimasti fuori dal premio di maggioranza e, con il risultato del primo turno, non avevano diritto ad un seggio.

La legge elettorale risale ai primi anni '90 e - all'inizio - l'interpretazione era opposta, anche per "seguire" lo spirito della legge che promuove appunto gli apparentamenti per il ballottaggio. Ed infatti Marco Cappato dichiara che «se la logica della legge è quella di incentivare le alleanze al secondo turno, questa sentenza va chiaramente in senso opposto».

Infine una polemica sull'apporto del Partito Democratico, presente in dibattimento al Tar in quanto il seggio dei Radicali sarebbe andato proprio a discapito di un consigliere del Pd. L'avvocato del partito di maggioranza, Lucia De Cesaris, ha dichiarato - secondo quanto riferito da Cappato - che il contributo radicale alla politica minalese debba intendersi come «frammentazione». I Radicali decideranno ora se ricorrere al consiglio di stato e restano comunque in maggioranza con l'assessore alla partecipazione Lorenzo Lipparini, che era stato il più votato dei candidati al consiglio comunale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La metro è sempre più grande, ecco i soldi per prolungare la M5: 11 nuove stazioni sulla lilla

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

  • Incidente a Milano, perde il controllo dell'auto: finisce nel ristorante, paura in piazzale Martini

Torna su
MilanoToday è in caricamento