Sgomberi, Caritas chiede moratoria Moratti: “Le leggi vanno fatte rispettare”

“Le leggi vanno fatte rispettare e non si possono rispettare a seconda delle stagioni”. Ha risposto così il sindaco di Milano, Letizia Moratti, alla richiesta della Caritas di sospendere gli sgomberi dei campi rom nei mesi invernali. Palazzo Marino usa il rigore ma anche l'accoglienza: “Intensifichiamo le iniziative verso chi ha bisogno”

Sgomberi a ritmo serrato quelli messi in atto da Palazzo Marino. Tanto che la Caritas ha chiesto  di sospendere lo smantellamento dei campi abusivi almeno durante i mesi invernali. Il sindaco di Milano, Letizia Moratti, ha però risposto con la linea di rigore: “Le leggi vanno fatte rispettare e non si possono rispettare a seconda delle stagioni”.

Proprio ieri il Comune ha annunciato di aver messo in atto il duecentesimo sgombero dall'inizio del mandato, tanto che l'opposizione ha usato l'espressione “bollettino di guerra” per descrivere lo stato delle cose.

E non si ferma neanche davanti alle richieste del direttore della Caritas Ambrosiana Roberto D'Avanzo, il sindaco Moratti: “Le leggi sono leggi”, ha ribadito declinando la richiesta di sospendere gli sgomberi con queste temperature.

Però è anche vero che il Comune ha avviato una serie di collaborazioni con le associazioni del terzo settore per l'accoglienza degli sfollati. “E' sempre difficile tenere unito il binomio legalità e accoglienza. Stiamo cercando di intensificare le iniziative del Comune - ha concluso Letizia Moratti - a sostegno di tutte le persone che hanno bisogno, a partire da chi ha più bisogno”.

L'opposizione, nella testimonianza raccolta da MilanoToday, non sembra però concordare: “Senza politiche compensative adeguate gli sgomberi messi in atto da Palazzo Marino non portano a niente – aveva dichiarato il Consigliere comunale del Prc, Patrizia Quartieri, riferendosi allo sgombero di Chiaravalle. “Io sono la prima a riconoscere il degrado in cui versa Chiaravalle – continua la Quartieri – ma senza un piano, gli sgomberi non servono. Queste persone sono le stesse che abitavano un mese fa a Rubattino”.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Lo spettacolo della cometa Neowise, visibile a occhio nudo sopra Milano

  • Bollettino coronavirus Milano e Lombardia: 192 guariti, 15 nuovi positivi a Milano città

  • H&M chiude a Milano, lavoratori trasferiti ad Ancona (e non solo): "Non ci fanno rientrare"

Torna su
MilanoToday è in caricamento