Maroni: "Aiuti per chi non installa macchinette da gioco"

Il governatore promette che studierà il tema della ludopatia: "Voglio affrontarlo, bisogna limitare la diffusione di queste macchinette"

Roberto Maroni (Twitter)

Roberto Maroni ha annunciato che, sulla ludopatia, la regione Lombardia si impegnerà per una "stretta". Il governatore ha preso spunto da alcune notizie di cronaca sulla storia dell'uomo, calabrese domiciliato ad Alessandria, che ha sparato colpi di pistola davanti alla sede del governo italiano durante il giuramento (al Quirinale) di Enrico Letta e dei nuovi ministri: secondo alcune indiscrezioni, l'uomo avrebbe avuto qualche problema legato al gioco.

"E' un tema su cui voglio impegnarmi", ha affermato Maroni, "e nei prossimi giorni incontrerò gli assessori competenti per vedere come si possa intervenire per stringere al massimo la possibilità di diffusione di queste macchinette che rischiano di portare a situazione gravi".

Una delle possibilità del ventaglio di iniziative per la giunta di centrodestra, infatti, potrebbe essere quella di "contributi" e "sgravi" ai bar e agli esercizi commerciali che scelgono di non installare macchinette e videopoker. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

Torna su
MilanoToday è in caricamento