Rifiuti, la Regione indagherà sulle infiltrazioni della mafia

Lo ha deciso l'ufficio di presidenza del consiglio regionale

Incendio in un capannone pieno di rifiuti (Repertorio)

Via libera alla indagine conoscitiva su stoccaggio e traffico illecito di rifiuti in Lombardia voluta dal Movimento 5 Stelle: lo ha stabilito l'ufficio di presidenza del consiglio regionale. Il tema è diventato di dominio pubblico con l'aumento degli incendi in capannoni adibiti illecitamente allo stoccaggio dei rifiuti, una volta "pieni zeppi", e si intreccia inevitabilmente con il rischio di infiltrazioni da parte della criminalità di stampo mafioso.

"Il via libera è un'ottima notizia", è il commento della pentastellata Monica Forte, presidente della commissione regionale antimafia: "L'indagine conoscitiva, finora, è stata poco utilizzata in Regione ma può offrire un contributo essenziale a fare chiarezza su di un problema e a sollecitare l’istituzione all’intervento. Abbiamo bisogno di un approfondimento minuzioso che aiuti nell’elaborazione di strategie regionali di contrasto innovative ed efficaci allo smaltimento illecito dei rifiuti sul nostro territorio. Abbiamo il dovere di prevenire i roghi".

Le prime audizioni probabilmente saranno effettuate già a dicembre, nonostante il fitto calendario dovuto alle discussioni sul bilancio regionale.

Ha fatto particolarmente scalpore, a Milano, l'incendio in un capannone di via Chiasserini (Bovisasca): nonostante mancasse l'autorizzazione a smaltire rifiuti, le fiamme (scoppiate il 14 ottobre) hanno arso tonnellate di rifiuti (soprattutto plastica), con annesso allarme diossina. E sempre a ottobre è stata arrestata la "banda" responsabile del devastante incendio del 3 gennaio a Corteolona, in provincia di Pavia. Si trattava di un gruppo di persone "specializzato" in questo modus operandi, che permette alle imprese di smaltire rifiuti in modo rapido e soprattutto più economico che seguendo i percorsi regolari e la legge.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Hanno scoperto l'acqua calda, sono decenni che la a mafia si occupa di rifiuti in Lombardia, prima li trasportavano nella terra dei fuochi, ora hanno pensato che bruciarli sul posto. costa meno.

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Milano, ciclista travolto da pirata della strada all'alba e lasciato sull'asfalto: morto 28enne

  • Vigentino

    Dramma a Milano: uomo trovato morto in un'auto abbandonata in strada, dormiva lì

  • Incidenti stradali

    Mega incidente sull'A4, coinvolti 4 camion e 2 auto: autostrada chiusa e coda di oltre 15 km

  • Lorenteggio Giambellino

    Occupavano case Aler per darle agli amici: nove arresti tra gli "antagonisti" di Milano

I più letti della settimana

  • Selvaggina, idromele: a Milano arriva Valhalla, il primo ristorante vichingo d'Italia

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Tragedia al concerto del trapper milanese Sfera Ebbasta: sei morti e otto feriti gravi

  • Blocco del traffico a Milano da venerdì 7 dicembre: superati i limiti polveri sottili (PM10)

  • Fabrizio Corona aggredito al bosco della droga di Rogoredo

  • Incidente a Corsico, auto travolge le persone in attesa del bus: tre feriti, 23enne gravissimo

Torna su
MilanoToday è in caricamento