"Basta Anpi nelle scuole": striscione choc davanti a un liceo nel giorno di un'assemblea sul fascismo

I giovani di CasaPound hanno affisso lo striscione nottetempo. Dura reazione dell'Anpi

Lo striscione

Accolti da uno striscione non proprio favorevole, che recitava: «Basta Anpi nelle scuole». Alcuni membri della sezione "Codè - Montagnani Marelli" dell'Associazione nazionale partigiani italiani hanno trovato lo striscione davanti al liceo scientifico Severi di via Alcuino (zona corso Sempione) nella mattinata di giovedì 11 aprile, durante la quale si è svolta una assemblea dal titolo "Fascismi vecchi e nuovi" con la partecipazione dell'attore Moni Ovadia e dello scrittore Tiziano Tussi.

A esporre lo striscione i militanti di Blocco Studentesco, organizzazione giovanile di destra legata a CasaPound. «Non è accettabile - si legge in una nota del movimento - che ancora venga dato spazio nelle scuole a un’organizzazione che più volte ha dato prova di voler solo alimentare odio, raccontando una versione faziosa e incompleta delle vicende storiche del nostro paese». E ancora: «Le lezioni faziose e pilotate di questi signori non sono gradite né in questa né in altre scuole».

Anpi: «Non ci facciamo intimidire»

E' poi arrivato il commento dei "destinatari" dello striscione: «L'Anpi provinciale di Milano non si farà intimidire da questi messaggi provocatori e continuerà la sua instancabile azione nelle scuole, per spiegare ai ragazzi cos'è stato il fascismo e quali sciagure ha provocato non solo in Italia, ma in Europa e nel mondo intero». Non è più tollerabile che si ripetano, con frequenza sempre più intensa, nel nostro Paese e in particolare a Milano, città Medaglia d'Oro della Resistenza, manifestazioni di movimenti neofascisti e neonazisti che, perseguendo la politica della paura e della discriminazione, diffondono il virus della violenza, dell'intolleranza e dell'odio”.

Si è espressa anche l'Anpi Zona 8, che comprende la sezione invitata dal liceo Severi: «La provocazione di queste ore mostra come la nostra presenza sia necessaria e i gruppi fascisti come Casapound, in cerca costante di visibilità, vadano isolati e messi fuori legge, come dice la Costituzione», afferma in una nota. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

Torna su
MilanoToday è in caricamento