Superstrada Vigevano-Malpensa, il "no" del Parco Sud Milano

Mozione all'unanimità per chiedere che la nuova arteria non venga costruita. Attraverserebbe numerosi Comuni del Milanese

Polemiche sulla superstrada Vigevano-Malpensa

Anche il consiglio direttivo del Parco Agricolo Sud Milano (e all'unanimità) si è dichiarato contrario alla superstrada tra Vigevano e l'aeroporto di Malpensa. Lo rende noto Legambiente, che si è sempre opposta al progetto. «Finalmente il Parco Sud ha fatto quello che il suo ruolo prevede: difendere il territorio agricolo da colate d'asfalto insensate».

La mozione chiede che «la mobilità nel quadrante nord-ovest del Parco Sud sia migliorata attraverso il potenziamento del trasporto ferroviario e la riqualificazione della viabilità esistente», con riferimento al progetto di raddoppio della linea Albairate-Mortara. 

Legambiente ora invita anche la Città Metropolitana di Milano ad esprimersi in tal senso. «Il territorio lombardo è già saturo di strade, non si risponde alla domanda di mobilità moltiplicando i nastri d'asfalto e frammentando ulteriormente il territorio agricolo, ma interpretando correttamente i bisogni dell'utenza e incanalandoli verso risposte appropriate, a partire dal miglioramento delle prestazioni del trasporto collettivo», dichiara Barbara Meggetto, presidente di Legambiente Lombardia.

Luglio 2017: il "sì" di Roma sulla Vigevano-Malpensa

Il Consiglio superiore dei lavori pubblici, a luglio 2017, ha dato il via libera al progetto nella sua intera tratta. Diversi sindaci sono schierati per il sì: tra questi Chiara Calati (Magenta), Curzio Trezzani (Boffalora sopra Ticino), Fortunata Barni (Robecco sul Naviglio), Cesare Nai (Abbiategrasso), Gugliemo Villani (Ozzero) e Andrea Sala (Vigevano). Con loro anche l'attuale giunta regionale, che aveva inserito l'opera nel "Patto per la Lombardia" firmato da Roberto Maroni (governatore) con Matteo Renzi (allora presidente del consiglio). Il no alla strada è sostenuto invece dai sindaci di Cassinetta di Lugagnano, Michele Bona, e Albairate, Giovanni Pioltini.

La questione della Vigevano-Malpensa, nell'estate del 2017, ha infiammato anche il Paro del Ticino, ufficialmente contrario anche se il suo presidente Gianpietro Beltrami è possibilista.

L'ultima versione del progetto (di Anas) è stata presentata proprio al Consiglio dei lavori pubblici. Prevede una lunghezza complessiva di 19,200 km, in due distinte tratte: Magenta-Albairate (8,5 km, passando per Robecco, Cassinetta e Abbiategrasso) e Albairate-Vigevano (10,7 km, bypassando Abbiategrasso). A Magenta la strada proseguirebbe poi verso Boffalora per connettersi con l'attuale superstrada che, dall'A4, porta a Malpensa.

"Cancellato" il prolungamento verso Milano (Baggio), prevista anche la costruzione di un nuovo ponte sul Naviglio a Pontenuovo. Il costo totale viene stimato in 220 milioni di euro, di cui 137 di lavori effettivi. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I sindaci e i comitati contrari alla superstrada propongono, in alternativa, diversi interventi di miglioramento localizzato della viabilità già esistente in modo da rendere più fluido e veloce il traffico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bollettino contagi 30 maggio 2020: morti senza fine, ancora 67 persone. Contagi stabili

  • Ogni quanto bisogna pesarsi?

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: 29 morti e 84 nuovi casi ma pochi tamponi

  • Bonus bici valido a Milano, l'elenco dei Comuni: ecco come richiederlo

  • Bollettino Coronavirus in Lombardia e a Milano: tamponi quasi 'spariti', dati ininfluenti

  • All'Antico Vinaio a Milano, il 15 giugno apre il mitico locale delle schiacciate fiorentine

Torna su
MilanoToday è in caricamento