Ristorante

IL Barone Sardo

Contatti

Orari

12.00 - 15.30 19.00 - 23.30 Domenica

Caratteristiche

  • Accesso Disabili
  • Aperto a pranzo
  • Parcheggio convenzionato
  • Prenotazione consigliata
  • Tavoli fuori
Mappa
Viale Carlo Espinasse, 43 · Milano Cagnola

La Sardegna sbarca in continente

Quasi trent'anni d'esperienza dietro a questo ristorante, si chiama il "Barone Sardo" probabilmente per le concessioni vassaliche dalla madrepatria.
Il locale è semplice per niente sfarzoso infatti lo chef Luigi Piccolillo ha messo tutto il suo ingegno più che nell'arredamento nei piatti vero vanto per questo posto.
Proprio quando le cucine internazionali si dichiarano pro/contro gli OGM e la cucina molecolare, qui si ribadisce la scelta di prodotti genuini della bella isola. Tutto artigianale finchè i prodotti non si esauriscono. La scelta varia tra piatti di terra e di mare, a nostro giudizio l'opzione ittica merita visti gli ottimi antipasti di fregula, malloredus e tonno. La gamma di sapori spazia grazie alle capacità di Luigi. Per gli amanti delle carni la Mustela, corrispettivo sardo del capocollo, il mitico porceddu sardo e la salsiccia col finocchietto. I piatti speciali? Il tonno arrosto alla carlofortina. Dessert? Pecorini e seadas. Ottimo il servizio ricorda molto l'accoglienza del litorale sardo.

I più letti


Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di federica noli
    federica noli

    siamo andati in 6 persone a cena, tra cui 2 sarde vere...Piatti insipidi e per nulla eccezionali, abbiamo pagato 70 € a testa per primo, secondo e dolce..un vero furto! lo chef (che secondo noi non è affatto sardo..) fa di tutto per non farvi ordinare i piatti dal menu e predeilige la formula "lasciate fare a me", vini inclusi...noi abbiamo chiesto piatti diversi (ciascun piatto per 3 persone, in modo da dividerli,, quindi 6 primi e 6 secondi) e ci ha addebitato 12 primi e 12 secondi per delle porzioni microscopiche!Anche la seadas a fine pasto è notevolmente più piccola rispetto alla norma.

Ristoranti popolari

Torna su
MilanoToday è in caricamento