← Tutte le segnalazioni

Altro

Sicurezza treni: fallito il Piano di Maroni, M5S chiede interventi urgenti

"Le drammatiche aggressioni sui treni di questi giorni hanno decretato il pieno fallimento del Piano di Sicurezza sbandierato da Maroni: oltre alla studentessa aggredita sulla Milano-Mortara, pochi giorni prima, il 5 febbraio 2017, a Mortara era stato percosso un macchinista. Il susseguirsi di aggressioni e atti vandalici sui treni regionali sono il risultato di una politica in tema di sicurezza che è un colabrodo. Da una parte lo Stato taglia risorse alla POLFER, dall'altra la Giunta Maroni ha buttato nel cesso oltre 2 milioni di euro con le assunzioni di 150 "assistenti alla clientela" spacciati per vigilantes ma che, come smascherato un anno fa dal M5S con una serie di interrogazioni (scarica qui: http://www.lombardia5stelle.it/2016/01/25/vigilantes-7-milioni-per-pubblicita-ingannevole-la-denuncia-del-m5s/ ). E' evidente che non basta agire sulla "sicurezza percepita" come ha fatto Maroni, senza spostare di un punto percentuale l'andamento degli atti criminosi sui treni, ma occorre sollecitare TRENORD a mettere in campo una serie di azioni finalizzate ad un vero piano di prevenzione: per esempio, partendo da una ricognizione dei treni più disastrati, circolanti semivuoti su linee a rischio e lungo stazioni non presidiate, nelle fasce notturne e pomeridiane di scarsa frequentazione, ed attivare la chiusura delle carrozze, concentrando l'utenza in poche carrozze di testa. O ancora: adoperarsi per il rinnovo del materiale rotabile, posizionando telecamere e dispositivi di allarme all'interno delle carrozze. O ancora: smetterla con l'assurda politica di lasciare le stazioni in stato di abbandono e degrado, senza biglietterie e sale d'attesa, cosa che purtroppo le espone ad atti di vandalismo, spaccio e degrado. Peraltro, il M5S già ad aprile scorso presentò in Consiglio Regionale una mozione sugli atti di vandalismo che fu approvata all'unanimità ma che è rimasta lettera morta!" "Oggi, il M5S, con una mozione urgente, torna a riproporre alla Giunta Maroni di adottare azioni concrete: innanzitutto chiediamo che il tema della sicurezza sui treni regionali sia portato immediatamente Conferenza Stato-Regioni per rappresentare allo Stato la grave emergenza della Lombardia e chiedere uno stanziamento straordinario di risorse e strumentazioni per la Polizia Ferroviaria che è preposta a garantire la sicurezza sui treni. La Polfer oggi in Lombardia ha un organico di circa 590 unità, compresi funzionari e dirigenti, che evidentemente risulta insufficiente a far fronte all'emergenza in corso. Siamo assolutamente contrari a una militarizzazione dei nostri treni e delle nostre stazioni, altro grave errore della Giunta Maroni, ma riteniamo sia necessario intensificare su tutte le tratte pendolari regionali la presenza di Polfer e guardie giurate sui treni notturni e nelle fasce orarie meno frequentate."

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Segnalazioni popolari

    • Segnalazioni

      Incidente stradale in Viale Certosa alle 3.20 della scorsa notte

    • Segnalazioni

      "Pericolo pubblico"

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento