BICIttadini, la bicicletta entra in classe

BICIttadini si pone l'obiettivo di avvicinare bambini e ragazzi all'uso della bicicletta nel tragitto casa/scuola, valorizzando la presenza e la riqualificazione di itinerari ciclabili prevalentemente già realizzati che uniscono, in 4/5 chilometri, la periferia al centro

Quando si parla di mobilità sostenibile, l’Italia non brilla certamente per virtù. È ancora lunga la strada, infatti, per raggiungere i risultati del resto d’Europa, anche se il percorso intrapreso dalle singole municipalità è quello giusto. Tanti, infatti, i progetti che i comuni hanno realizzato per sensibilizzare la cittadinanza verso una mobilità che sia il più possibile rispettosa dell’ambiente. Non bisogna dimenticarsi, infatti, come afferma anche l’ultimo rapporto Euromobility, che gli italiani detengono il record di motorizzazione, con una media di 62 automobili ogni 100 abitanti. Ed è proprio da questo dato che bisogna partire: occorre prima di tutto abbassare questo numero, sensibilizzando verso altre forme di mobilità. Una di queste è sicuramente la bicicletta, il mezzo ecologico per eccellenza. Lo sa molto bene il comune di Milano che ha realizzato il progetto BICIttadini.
 

Curato insieme ad Amat e finanziato da Cariplo, BICIttadini si pone l’obiettivo di avvicinare anche bambini e ragazzi all’uso della bicicletta nel tragitto casa/scuola, valorizzando la presenza e la riqualificazione di itinerari ciclabili prevalentemente già realizzati che uniscono, in 4/5 chilometri, la periferia al centro: Maciachini-Parco Nord e Lodi-Chiaravalle. Tutto questo per rendere sempre più comune l’utilizzo della bicicletta, che nel capoluogo lombardo è già in costante aumento. “Se, infatti, si legge in una nota del comune, a livello nazionale la media degli spostamenti effettuati con le due ruote è solamente del 3,8% (la media europea è del 9,45%), a Milano questa percentuale si è già assestata sul 6,6% (Roma 0,5%, Ferrara 28%)”.
 

Il progetto si rivolge in modo particolare alle scuole (primarie e secondarie di primo grado) e prevede inizialmente una serie di incontri, attraverso i quali i bambini prenderanno il “Patentino del BICIttadino”: dalle lezioni in classe dove viene spiegato il mezzo di trasporto, le sue peculiarità e le regole che si devono applicare quando si è in strada, fondamentali per la propria e l’altrui sicurezza; alle prove pratiche di abilità, passando per laboratori creativi, uscite a piedi e in bici sull’itinerario e incontri con i genitori. Hanno già aderito al progetto oltre 800 studenti di 10 scuole milanesi.
 

Alla fine del programma, le scuole che vorranno potranno sperimentare e poi attivare il Bicibus, per dare continuità al progetto.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Milano usa la nostra Partner App gratuita !

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

Torna su
MilanoToday è in caricamento