1 a 0 L'Inter batte la Fiorentina e si riporta a più 8

E' bastato un goal su calcio di rigore rimediato e realizzato da Milito a condurre l'Inter ad una non facile vittoria con la Fiorentina. Tre punti importanti a detta dello stesso tecnico neroazzurro: “Tutti parlavano della partita contro la Juve ma vincere questo match è stato fondamentale". Ma ora anche la testa della squadra può pensare solo a Torino, Mourinho: "Andare a Torino con un + 8 non cambia, noi andiamo lì per vincere”

Sarà pure che siamo ancora alla quattordicesima giornata, sarà pure che il prossimo turno i nerazzurri affrontano la Juve nel big match che potrebbe ancora (?) cambiare le sorti del campionato. Ma c’è un grande ma. Il ma ha questi dettagli: l’Inter batte la Fiorentina uno a zero, si porta a +8 nei confronti della Juve (che perde a Cagliari), vince l’undicesima partita e si conferma miglior attacco e migliore difesa della Serie A. numeri che fanno venire il sospetto che questo campionato si sta incanalando sulla falsariga dell’ultimo.

Cioè con una supremazia imbarazzante dei nerazzurri che, in Italia, sembrano non avere una concorrente degna di tal nome. La squadra di Mou macina una serie di risultati incredibile e, se uscirà con un risultato utile da Torino, avrà messo una seria ipoteca sul proseguo del campionato. Scongiuri dei tifosi permettendo, quest’Inter sembra viaggiare su altri binari. Una freccia rossa (anzi nerazzurra), gli altri seguono su vecchie locomotive.

Mou spedisce Balotelli in tribuna forse per motivi disciplinari, Quaresma fa il suo ingresso in campo nella formazione titolare. Prandelli sceglie Santana dal primo minuto a supporto di Gilardino. Primo tempo senza grandi spunti, con i viola che chiudono bene gli spazi. Nell’Inter si fa notare Quaresma con un paio di spunti: magari lo Special One riesce anche nel miracolo di recuperare un giocatore, finora, molto al di sotto dei suoi livelli. Secondo tempo molto più vivace. I padroni di casa cercano il forcing e collezionano diverse palle gol sulle quali Eto’o e Milito sono imprecisi. Dall’altra parte Gilardino s’inventa un numero strepitoso per superare Samuel e Lucio ma poi la sua conclusione colpisce il palo. Poi gli episodi contestati. Prima è l’Inter a protestare per un gol annullato a Samuel per una trattenuta, poi arriva la richiesta del rigore da parte dei viola per un fallo su Gila. Infine arriva il penalty concesso per un fallo su Milito che lo stesso principe realizza spiazzando Frey.

C’è ancora tempo per un gol divorato da Eto’o, episodio che non toglie il sorriso a Mourinho: “Tutti parlavano della partita contro la Juve ma vincere questo match è stato fondamentale. Andare a Torino con un + 8 non cambia, noi andiamo lì per vincere”. Infine un commento ironico: “Oggi abbiamo vinto e sono tornato bravo, la prossima volta che perdo tornerò scarso”.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, si tuffa nel Naviglio asciutto per scappare dalla polizia e si rompe una gamba

  • Autostrada A4 bloccata tra Milano e Bergamo, controlli per il coronavirus: la coda è infernale

  • Coronavirus, il contagio non si ferma: Milano sfonda quota 3mila, in Lombardia +2.400 casi

  • "Contagi nascosti e lavoratori senza mascherine": denunciata la Fondazione Don Gnocchi. La replica: "Falsità"

  • "Ci avete salvato dal mare e Milano ci ha accolto": la comunità etiope dona cibo per l'emergenza

  • Con febbre e sintomatica, donna prende due aerei da Milano fino al Ragusano

Torna su
MilanoToday è in caricamento