L'Olimpia Milano batte Pistoia e sale in vetta

I biancorossi hanno battuto la Giorgio Tesi Group. Fenomenale Stanko Barac che spedisce in doppia cifra sei uoimini dell'Ea7

Un momento della partita (foto Ea7)

Welcome to Milano, Stanko Barac. Il centro di 2.17 dalle mani dolci mostra il suo volto migliore contro Alex Kirk e Pistoia. Fa la voce grossa sotto canestro ed esibisce una serie di splendidi jumper frontali e dall’angolo. Gioca una partita superba guidando sei uomini in doppia cifra, con la prova totale di Alessandro Gentile (impreciso al tiro ma devastante a rimbalzo e come suggeritore), le sfuriate decisive di Robbie Hummel nel primo tempo e all’inizio del secondo poi la solidità di Jamel McLean. L’Olimpia non uccide la partita prima degli ultimi cinque minuti di gara a causa di palle perse banali e troppi errori dalla lunetta ma chiude con un divario ampio alla fine. 89-71 il finale.

IL PRIMO TEMPO - Pistoia si presenta con una tripla di Ron Moore. L’Olimpia supera per la prima volta con uno spettacolare jumper dalla media di Gentile poi con un corto jump-shot di Hummel dall’angolo. La difesa dopo i primi possessi si chiude bene e l’attacco è pulito, libera al tiro Cerella, McLean da sotto e Hummel da tre. Scatta un parzialone di 12-0 che trasforma il 6-7 (Antonutti in entrata) in 18-7 sul secondo time-out chiamato da Coach Esposito. La risposta è forte, agevolata da due consecutivi falli su tiro da tre fischiati a favore di Blackshear. Con le triple di Knowles e Czyz, Pistoia mette tanti punti veloci e si riavvicina a meno uno, nonostante una buona fiammata di Barac (jump dall’angolo e schiacciata dopo virata lungolinea). Alla fine del primo l’Olimpia è avanti ma solo 24-23. Michele Antonutti con una tripla successiva ad un palla vagante impatta a quota 26 all’inizio del secondo, poi l’Olimpia prova ad allungare ancora, pur sbagliando qualche tiro, pur soffrendo qualche palla persa in situazione di transizione, senza trovare ritmo nel tiro da tre. Sul 38-31 schizza a più sette. A 1’35″ Kirk con un canestro di rapina riporta Pistoia a meno cinque, poco dopo Lombardi a meno due a ancora Kirk dalla lunetta a meno uno. McLean con un canestro su rimbalzo d’attacco chiude il primo tempo sul 43-40 Olimpia.

IL SECONDO TEMPO - Robbie Hummel aggredisce la ripresa con un jump dalla media e due triple consecutive. L’8-0 di parziale è tutto suo. Kirk risponde con un lay-up ma Lafayette mette la seconda tripla della sua gara e l’Olimpia allunga anche a più 14 nello spazio di tre minuti. La reazione avviene con due triple consecutive, di Moore e Blackshear che riportano Pistoia a meno otto, 57-49. La terza, di Kirk dall’angolo, vale il meno sei. Pistoia riesce a stare lì, aggrappata alla partita. L’Olimpia la controlla, ci sono anche due triple di Lafayette, ma non la azzanna come dovrebbe. Barac mette un bel tiro dalla lunetta ed è lui a firmare il più nove, 66-57, che chiude il terzo periodo. E’ ancora Barac con la collaborazione di Macvan a tentare l’allungo decisivo in avvio di quarto periodo, ma Pistoia resta agganciata alla gara con una tripla incredibile di Preston Knowles allo scadere dei 24 secondi e anche un paio di canestri rocamboleschi di Czyz. Quando Simon segna da tre il +13 con poco più di tre minuti da giocare, l’Olimpia mette finalmente e definitivamente le mani sulla partita per l89-71 conclusivi e i 20 punti di Stanko Barac (fonte: OlimpiaMilano.com).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, guardia giurata travolge motociclista, vede che è morto e si spara in testa: il dramma

  • Giovane morto travolto da un treno del metrò: Cassazione condanna l'agente di stazione di Atm

  • Milano, guardia giurata di 26 anni si spara in testa dopo un incidente mortale: chi era Flavio

  • Primark apre un altro negozio milanese: il 4 dicembre inaugura il mega store al Fiordaliso

  • Influencer per sfida in piazza Duomo, torna la seconda volta: identificata con l'autista

  • Sciopero dei mezzi il 28, sciopero generale il 29: treni, metro e bus a rischio per due giorni

Torna su
MilanoToday è in caricamento