Doccia fredda a San Siro: il Milan perde 2 a 0 contro il Palermo

Contro il Palermo il Milan perde 2 a 0. Una sconfitta giusta per una partita persa sotto tutti gli aspetti. Si spenge l’entusiasmo derivato dalla serie di cinque vittorie consecutive da cui provenivano i rossoneri

Una doccia fredda, ghiacciata: è quella che il Milan si becca a San Siro contro il Palermo, con i rosanero che s’impongono due a zero e spezzano la serie utile di cinque vittorie consecutive per i rossoneri. Una sconfitta giusta, una partita persa sotto ogni profilo e che fa rammaricare ancor di più alla luce del pari dell’Inter a Bergamo e della sconfitta di sabato della Juve a Bari. Ma, soprattutto, spegne gli entusiasmi dell’ultimo periodo: contro il Palermo sono tornati i soliti problemi di mancanza di equilibrio, di personalità. Qualche avvisaglia c’era stata con il Catania (partita risolta agli ultimi secondi da Huntelaar) e, in Champions, contro Olympique e Zurigo. Il Palermo ha smascherato i difetti dei rossoneri: se non si corre e non ci si aiuta, i nodi vengono subito al pettine.

Leonardo deve fare a meno di giocatori importanti: Thiago Silva viene sostituito da Favalli, un acciaccato Pato parte dalla panchina e al suo posto c’è Abate. I rosanero sono sfrontati e potrebbero passare già al terzo minuto con Cavani che grazia Dida. Rispondono i padroni di casa con Borriello che manca di poco il tocco sul tiro cross di Seedorf ma è Bresciano a mettere nuovamente i brividi ai tifosi di casa. Il primo tempo si chiude a reti bianche ma dopo quattro minuti della ripresa il Palermo passa. Invenzione di Miccoli che trafigge Dida con uno splendido tiro di destro. Entra il Papero per provare la rimonta ma i rosanero hanno troppi spazi e li sfruttano grazie a un superlativo Miccoli. Il lavoro del capitano porta al tiro Pastore, sulla ribattuta irrompe Bresciano e chiude il match.

Per Leonardo non resta che ammettere la superiorità degli ospiti a cui concede i complimenti: “Grande merito al Palermo, hanno disputato una grande partita. Abbiamo concesso molto anche se è stata una partita molto aperta perché abbiamo avuto occasioni anche noi. Forse è vero che siamo un po’ stanchi, giocare ogni tre giorni non è facile anche a livello mentale. Oggi però devo dire che noi non abbiamo giocato male, è il Palermo che ha fatto una grandissima partita”.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, folle abbandona la mamma sull'A7, poi picchia un tranviere e si mette a guidare il tram

  • Coronavirus, l'allarme dei medici di Milano: "Prepararsi a stagione influenzale o sarà crisi"

  • Accoltellato sull'autobus a Milano, 23enne gravissimo in ospedale

  • Follia alla Darsena: due ragazzi gettano in acqua un venditore di rose e poi scappano

  • Coronavirus, nuovo decreto su mascherine, discoteche e voli: che cosa (non) cambia dal 14 luglio

  • Milano, niente più mascherina all'aperto se si rispetta la distanza di sicurezza

Torna su
MilanoToday è in caricamento