Inter, Icardi dice no a Spalletti: l'ex capitano nerazzurro non va a Francoforte, "sto male"

L'ex capitano non torna in gruppo e continua con la fisioterapia. Inutile l'intervento di Spalletti

Mauro Icardi ha detto no. L'ex capitano nerazzurro - privato della fascia lo scorso 13 febbraio - continua la sua vita da separato in casa. A nulla è valso il tentativo di riavvicinamento del tecnico Luciano Spalletti, che lunedì pomeriggio avrebbe avuto un colloquio con il bomber argentino, chiedendogli di tornare ad allenarsi con il resto della squadra. 

Stando a quanto riportato dalla Gazzetta, il numero 9 ha "risposto picche". Icardi avrebbe spiegato di sentire ancora dolore al ginocchio - proprio dal 13 febbraio sta facendo fisioterapia in solitaria, lontano dal gruppo - e ha chiarito di stare male e di non essere disponibile per la trasferta di Europa League a Francoforte. 

A questo punto - dopo le polemiche della moglie agente Wanda Nara per il contratto, dopo i sassi contro l'auto della donna, la trasferta saltata a Vienna e le lettere d'amore sui social - lo strappo tra Maurito e il mondo nerazzurro sembra ormai insanabile. 

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Dolore alla cervicale: i rimedi per combatterlo

  • Piante grasse in casa: ecco perchè fano bene alla salute

  • Disattivare le utenze: ecco come fare

I più letti della settimana

  • Sabato di maltempo a Milano: allerta meteo arancione della protezione civile per temporali

  • Milano, "tentato suicidio" a Famagosta: donna sotto la metro, la M2 ferma per un'ora e mezza

  • La Gomorra africana a due passi da Milano: spaccio, armi e sparatorie fra le gang rivali

  • Milano, nubifragi e grandine: il Seveso esonda due volte, strade e sottopassi allagati in città

  • Morto il musicista milanese 'Marione': fu il chitarrista di Battiato

  • Ragazza totalmente nuda sul balcone urla e chiede aiuto: poco prima era a casa del vicino

Torna su
MilanoToday è in caricamento