Inter con l’amaro in bocca: con l’Atalanta finisce 1 a 1

Un’espulsione evitabile di Sneijder avvenuta per doppia ammonizione e un errore difensivo determinano il pareggio di Bergamo. Occasione semipersa in virtù delle sconfitte di Milan e Juve

Occasione persa. Anzi semipersa. Perché se l’Inter non conquista il bottino pieno a Bergamo, è pur vero che Milan e Juve perdono. L’Inter si fa raggiungere sull’uno a uno dall’Atalanta e va a più cinque sul Milan sconfitto in casa dal Palermo. L’amaro in bocca lo lascia non tanto il risultato ma la modalità: i nerazzurri sono passati in vantaggio col solito Milito al quarto d’ora e si sono fatti raggiungere da Tiribocchi a dieci minuti dalla fine, per colpa di un errore difensivo di Lucio. In mezzo un’espulsione evitabile di Sneijder, avvenuta per doppia ammonizione. Certamente, però, il bicchiere può essere mezzo pieno perché rimane sempre intatta la sensazione che non ci siano squadre in grado d’impensierire seriamente i nerazzurri per la lotta al titolo.

Lo Special One squalificato (i postumi della sconfitta contro la Juve) schiera una formazione d’attacco, come contro il Rubin Kazan: Sneijder, Balotelli ed Eto’o si piazzano dietro a Milito. E il Principe non perdona. Riceve palla in area, la difende e infila il decimo gol su quattordici partite in campionato. Media stratosferica. La partita è comunque equilibrata, gli orobici sono pericolosi grazie alla spinta sulle fasce, l’Inter potrebbe raddoppiare con una punizione di Sneijder che lambisce la traversa. Ma l’olandese si rende protagonista in negativo quando si fa cacciare per un doppio giallo. Il secondo cartellino arriva nella ripresa dopo un intervento in ritardo su Guarente e l’inferiorità numerica scombussola i piani del tecnico portoghese. L’Atalanta prova a spingere con tutte le forze ma il pareggio arriva solo grazie a un’ingenuità di Lucio che buca un rinvio e spiana la strada a Tiribocchi.  La reazione della capolista è veemente e sfiora il colpaccio al ’93 quando una conclusione di Motta viene salvata da una prodigiosa parata di Coppola.

Ai taccuini si presenta Beppe Baresi a causa della squalifica di Mourinho: “Siamo stati condizionati dall’espulsione di Sneijder, un episodio che ha cambiato le sorti della partita. Abbiamo mantenuto un equilibrio nonostante l’inferiorità numerica, poi c’è stato il pareggio dell’Atalanta su un nostro errore. Comunque noi siamo sempre in vantaggio di cinque punti sul Milan e di sei sulla Juve, quindi il passo falso l’hanno fatto gli altri, non noi”.
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, 'paziente covid positivo' attraversa la città con flebo e ossigeno: la performance

  • Milano, 15 volanti danno la caccia a un uomo: il folle inseguimento finisce in Buenos Aires

  • Incidente a Carpiano, scontro tra due auto piene di bambini: bimba di 7 mesi grave

  • Milano, ancora spari in via Creta: ragazzo di 32 anni gambizzato durante la notte, le indagini

  • Maltempo a Milano, violenta grandinata nel pomeriggio di venerdì: diversi allagamenti

  • Fanno esplodere la banca e scappano verso un campo rom: il bottino era di 60mila euro

Torna su
MilanoToday è in caricamento