Inter-Napoli 0-3 | Il vero neutrino è il Napoli; il Ranieri furioso non basta

Primo tempo equilibrato, poi il match cambia con un rigore (contestatissimo) per gli azzurri: espulso Ranieri. Nella ripresa, raddoppia Maggio su ingenuità di Nagatomo e chiude Hamsik

I giocatori partenopei esultano con Hamsik dopo la sua rete (foto Tm News/Infophoto)

Non basta l'ira funesta del solitamente placido Ranieri per salvare l'Inter da una débâcle che pesa come un macigno; il Napoli vola, fa la voce grossa e si mette lì, in testa, dando una zampata allo scudetto. Il match (con un grande Maicon in apertura) è equilibrato per 40'. Poi un rigore contestatissimo - Obi espulso -: Hamsik sbaglia il penalty, ma Campagnaro ribadisce in gol. La seconda frazione, così, è un monologo partenopeo: Maggio buggera Nagatomo e Hamsik (onnipresente) taglia il "burro" della difesa nerazzura. 0-3. Napoli sogna, Milano viene ritrascinata nell'oblìo di inizio stagione.

La partita inizia equilibratissima. Il pt tempo scivola di tensione e agonismo, con azioni da una parte e dall'altra. Da segnare sul taccuino la prestazione di Maicon, semplicemente devastante in fascia. Poi, a 5 minuti dal duplice fischio, il fattaccio: Rocchi vede un fallo in area inesistente (largamente documentato dalle immagini) ed espelle Obi, già ammonito. E' rigore: Hamsik fallisce la prima botta, ci pensa Campagnaro col tap-in. Rete da annullare, perchè l'argentino era partito già all'interno degli 11 metri. C'era stato anche tempo per annullare un gol a Pazzini, stavolta giustamente.

Ranieri non ci vede più: negli spogliatoi dice a Rocchi il suo semplice pensiero ("Lei è indegno ad arbitrare una partita") e viene gentilmente fatto accomodare fuori. L'Inter, senza timone e in dieci, sparisce dal campo. Il Napoli affonda gli artigli. Al raddoppio ci pensa Maggio, che sfrutta una maxi ingenuità di Nagatomo nella protezione della palla: s'infila tra il giapponese e Julio Cesar e insacca. Poi Hamsik, all'ennesima prestazione da lode con dignità di stampa, si fionda nella difesa-marmellata nerazzurra e segna il tris. E' torcida napoletana: espugnato San Siro dopo quasi 20 anni. Per l'Inter, invece, è il brusco risveglio dell'era Ranieri.    

 

TABELLINO

Inter (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Lucio, Samuel, Chivu (42′p.t. Nagatomo); Zanetti, Cambiasso, Obi; Alvarez (16′s.t Stankovic); Pazzini, Forlan (23′s.t. Zarate). A disp.: Castellazzi, Jonathan, Muntari, Coutinho, Castaignos. All.: Ranieri

Napoli (3-4-2-1): De Sanctis; Campagnaro, Cannavaro, Aronica (dal 42′s.t. Fernandez); Maggio, Inler, Gargano, Dossena; Hamsik, Pandev (6′s.t. Mascara), Lavezzi (dal 34′s.t. Chavez). A disp.: Rosati, Fideleff, Dossena, Santana. All.: Mazzarri

Ammoniti: Obi (Int), Zuniga (Nap), Chivu (Int), J.Zanetti (Int), Julio Cesar (Int), Mascara (Nap)

Espulsi: al 41′p.t. Obi (Int), al 46′p.t. all. Ranieri (Int)

Reti: 43′p.t. Campagnaro (Nap), 11′s.t. Maggio (Nap), 30′s.t. Hamsik (Nap)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Arbitro: Rocchi di Firenze

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, quando finisce quarantena? "Le misure saranno allungate oltre 3 aprile"

  • Coronavirus: contagi in calo in Lombardia, ma 458 morti in un giorno. A Milano 3.560 positivi

  • Coronavirus, morto barista milanese di 34 anni: lascia un bimbo di 1 anno

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • Violente risse nella notte: uomo trovato con avambraccio squarciato

Torna su
MilanoToday è in caricamento