venerdì, 22 agosto 18℃

Inter-Rubin Kazan 2-2 | Tabù San Siro: non si vince più in casa

Ryazantsev porta avanti i russi poi raggiunti dal giovane Livaja. Nella ripresa entra anche Milito ma segna Rondon e i nerazzurri pareggiano in recupero con Nagatomo

Lorenzo Nicolini 20 settembre 2012

Allo stadio San Siro di Milano, l'Inter pareggia per 2 a 2 contro il Rubin Kazan. Continua la sindrome di San Siro per i nerazzurri che non riescono a vincere in casa. Russi avanti con Ryazantsev nel primo tempo poi pareggiato dal giovane Livaja. Nella ripresa gol di Rondon per il Rubin e pari di Nagatomo. Nell'altra partita del girone finisce 0 a 0 tra Partizan e Netchi.

IL MATCH - Rubin ordinato e ben disposto in campo, non da l'impressione di voler lasciare l'iniziativa all'Inter. Al 16’ Jonathan stende Karadeniz in piena area. Calcio di rigore. Che ingenuità. Sul rigore, Handanovic intuisce e respinge il tiro di Natcho, ma Ryazantsev è più veloce di tutti a raccogliere palla e deposita in porta. Rubin avanti. Cassano sta facendo ciò che chiede Stramaccioni: tornare verso centrocampo a raccogliere palloni per poi ispirare l'attacco. Al 33’ ripartenza fulminante del Rubin. Sgroppata di Eremenko sulla destra e diagonale di poco fuori. Al 37’ occasione d'oro per l'Inter. Nagatomo cross al centro, la spalla sbuca in qualche modo dalle parti di Jonathan, che però è lento a coordinarsi e si fa ribattere. Poi cross di Cassano per Livaja, girata di testa di poco alta. Pareggio dell'Inter al 39’: filtrante delizioso di Cassano per Cambiasso, che rimette palla al centro. Livaja è pronto a girare di testa in porta. Il Rubin reagisce riversandosi in avanti. Fa girare palla in cerca di varchi e poco dopo prende un palo con Ryazantsev.

Jonathan fuori dopo un primo tempo tutt'altro che buono, entra Guarin. Al 5’ Ryazantsev dentro per Rondon. L'Inter si salva con un'uscita tempestiva di Handanovic. Cassano recupera palla a centrocampo e riparte. Porta palla fino al limite dell'area, poi apre per Livaja. Conclusione di prima intenzione, alta di poco. Il Rubin non molla. Stramaccioni inserisce Milito e prova il tutto per tutto. A 7 dalla fine però l'Inter dorme, Rondon no e trafigge Handanovic: 2 a 1 Rubin. Al secondo di recupero Milito dalla destra pesca Nagatomo a centro area. Conclusione al volo e palla in goal. Finisce qui. Un pari per l'Inter che non vince più in casa. 

 

Annuncio promozionale

TABELLINO: INTER-RUBIN KAZAN 2-2

Inter (4-3-3): Handanovic; Jonathan (1' st Guarin), Ranocchia, Samuel, Nagatomo; Zanetti, Cambiasso, Gargano; Coutinho, Cassano (22' st Pereira), Livaja (16' st Milito). A disp.: Belec, Silvestre, Juan Jesus, Sneijder. All.: Stramaccioni
Rubin Kazan (4-5-1): Ryzhikov; Kuzmin, Sharonov, Bocchetti (36' st Kaleshin), Marcano; Ryazantsev (25' st Orbaiz), Natcho, Eremenko, Cesar Navas, Karadeniz (40' st Kasaev); Rondon. A disp.: Hanghighi, Davydov, Dyadyun, Tore. All.: Berdyev
Arbitro: Aytekin
Marcatori: 17' Ryazantsev (R), 39' Livaja (I), 39' st Rondon (R), 47' st Nagatomo (I)
Ammoniti: Bocchetti, Marcano, Orbaiz (R)

Andrea Stramaccioni
europa league
fc inter
fc internazionale

Commenti