Junior tennis Milano, Pigato: “Obiettivo serie B”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MilanoToday

"L'obiettivo è la Serie B". Coach Ugo Pigato, responsabile del settore agonistico dello Junior Tennis Milano non ha dubbi, il traguardo per la prossima stagione è chiaro sia per la squadra maschile che per quella femminile. Le ragazze dovranno ritrovare quel traguardo dopo la retrocessione dell'anno passato mentre il team dei ragazzi punta a una promozione già sfiorata nella primavera di quest'anno. Un obiettivo chiaro e alla portata del club di via Cavriana, come sottolinea l'head coach Pigato: "Quest'anno abbiamo ben 17 giocatori e giocatrici di seconda categoria nelle nostre squadre agonistiche, non so se sia un primato ma certamente significa che possiamo e dobbiamo essere competitivi in tutte le occasioni". Ma non ci sono solo le squadre maggiori. La filosofia dello Junior Tennis Milano è da sempre quella di crescere i propri giocatori in casa, puntando sul vivaio; ed è in quest'ottica che il club milanese ha organizzato una doppia sessione amichevole per gli agonisti più giovani nel mese di novembre. Prima contro l'Asd San Colombano il 13 novembre e poi contro il Tc Park Genova la settimana seguente. Un doppio appuntamento importante per fare il punto della situazione nel bel mezzo del periodo di preparazione invernale e per offrire ai giovanissimi talenti la possibilità di giocare e abituarsi sempre più al clima e al ritmo delle competizioni ufficiali.

A proposito di competizioni ufficiali, ce n'è una che si gioca a migliaia di chilometri da Milano ma che vedrà un pizzico di Junior protagonista anche oltre oceano. Si tratta dell'Orange Bowl 2016, la manifestazione giovanile mondiale più importante dopo gli Slam. Lisa Pigato, insieme alla delegazione azzurra della Federtennis, andrà in Florida tra poche settimane per prendere parte alla 55a edizione dell'Orange Bowl, che si giocherà dall'11 al 20 dicembre sui campi dell'Università di Miami Fieldhouse. Non un semplice torneo, ma una competizione che si gioca da quasi 70 anni e che ha incoronato giovani che sarebbero poi passati alla storia del tennis come Steffi Graf, Tommy Haas, Juan Martin Del Potro, Caroline Wozniacki e molti altri ancora. "Lisa si sta allenando sul cemento per prepararsi sia all'Orange Bowl che si gioca sulla veloce terra verde americana sia ad altri due tornei che disputerà proprio sul cemento", dice il papà coach Ugo. Dopo il titolo nazionale Under 13 (sia di singolare che di doppio) e la finale dei campionati italiani Under 14, con la vittoria in doppio, un appuntamento di respiro internazionale che potrà davvero essere un crocevia importante per la giovanissima atleta dello Junior Tennis Milano.

Torna su
MilanoToday è in caricamento