Coronavirus, si ferma anche la Coppa Italia: semifinali Juve-Milan e Napoli-Inter rinviate

La gara doveva disputarsi mercoledì. Disposto il rinvio anche per Napoli-Inter

Il Coronavirus ferma il calcio. Di nuovo. Juve-Milan, la semifinale di ritorno di coppa Italia che doveva disputarsi mercoledì sera a Torino - all'andata finì 1-1  - è stata infatti rinviata. 

"Il Presidente della Lega Serie A, preso atto dell’ordinanza del Prefetto di Torino del 3 marzo 2020 n. 14801/2019/Area1 che dispone il differimento a data successiva della gara semifinale di ritorno di Coppa Italia Juventus – Milan in programma il giorno 4 marzo 2020 alle ore 20.45, comunica - si legge in una stringata nota di via Rossellini - che la suddetta gara è rinviata a data da destinarsi".

Sulla scelta, inevitabilmente, pesa la decisione del prefetto di Torino - arrivata nel pomeriggio - di sospendere ogni manifestazione pubblica. A quel punto, i vertici del calcio italiano non hanno potuto far altro che rinviare. 

Rinviata anche Napoli-Inter

Juve-Milan si unisce così alle altre partite, di serie A, già rinviate, tra cui Juve-Inter che doveva giocarsi domenica 1 marzo a porte chiuse, salvo poi essere slittata - per ora - al prossimo 13 maggio. Da lì è nato un durissimo scontro tra la società nerazzurra e la Lega, chiuso dallo sfogo del presidente nerazzurro, Steven Zhang, che ha dato del "pagliaccio" al numero uno della Lega, Paolo Dal Pino

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Proprio l'Inter - che deve recuperare anche la gara con la Samp - doveva scendere in campo giovedì sera a Napoli per il ritorno di coppa Italia dopo la sconfitta dell'andata per 0-1 al Meazza. Ma nel pomeriggio di mercoledì è arrivata l'ufficialità: rinvio anche per la gara del San Paolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Milano e in Lombardia: le prime previsioni

  • Coronavirus, mascherine gratis in Lombardia: ecco dove ritirarle, a Milano sono 900mila

  • Coronavirus, a Milano 411 nuovi positivi in 24 ore: "La curva dei contagi è preoccupante"

  • "Sono affamato": l'Esselunga gli regala la spesa, e lui sputa in faccia al vigilante

  • Coronavirus, per la Regione "dati confortanti" ma la crescita dei contagi (e dei morti) è senza fine

  • "Mi hanno licenziato, faccio una strage": la chiamata ai ghisa fa scattare l'allarme a Milano

Torna su
MilanoToday è in caricamento