Milan nei guai per il prestito di Alessio Cerci al Genoa: indagine della Fifa

Intanto è sospeso il giudizio dell'Uefa sul fair play finanziario della gestione cinese

Alessio Cerci ai tempi del Genoa (Foto Ansa/Simone Arveda)

Finito il campionato (con la mancata qualificazione alla Champions League), per il Milan si è aperta la "stagione" dei casi spinosi. Il 5 giugno l'Uefa ha deciso di sospendere il procedimento per la violazione del fair play finanziario tra il 2016 e il 2018, quindi durante la gestione cinese del club, in attesa del verdetto del tribunale arbitrale sportivo (Tas) sul ricorso del Milan. I due bilanci sotto esame hanno registrato un passivo consolidato di 73 e 126 milioni di euro, un peggioramento dovuto a maggiori costi per i tesserati, maggiori oneri finanziari e soprattutto (+49,3 milioni) maggiori ammortamenti e svalutazione dei cartellini dei calciatori. 

Intanto, però, alcune indiscrezioni parlano di una indagine della Fifa sul prestito di Alessio Cerci, nella stagione 2015/2016, dall'Atletico Madrid al Milan e poi, da gennaio, al Genoa. Un doppio prestito che, secondo gli inquirenti dell'organizzazione internazionale del calcio, potrebbe celare una "influenza" del Milan sul Genoa. L'accordo di partenza tra i madrileni e i rossoneri prevedeva un certo numero di gare minime che Cerci avrebbe dovuto disputare, e il successivo accordo di prestito al Genoa prevedeva di rispettare quel numero di gare minime anche in rossoblu, altrimenti il Milan avrebbe dovuto pagare una penale all'Atletico.

Il Milan ha "influenzato" il Genoa? Si apre il caso Cerci

Ma questo potrebbe violare i regolamenti internazionali sui prestiti dei calciatori, che impediscono a una squadra terza (in questo caso sarebbe il Milan) di inflenzare le condotte sportive di un'altra (in questo caso sarebbe il Genoa), ad esempio "imponendo" (al di fuori dell'accordo formale, che era tra Atletico e Genoa) un numero minimo di gare per un calciatore.

Segui la tua squadra in diretta streaming su DAZN.
Il primo mese è GRATIS!

Potrebbe interessarti

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

Torna su
MilanoToday è in caricamento