Olimpiadi 2026, a Milano investimenti per 400 milioni legati agli impianti per i Giochi

Le previsioni sugli investimenti immobiliari (e alberghieri) in vista delle Olimpiadi invernali

La festa per l'assegnazione delle Olimpiadi

Tredici miliardi di euro di investimenti in dieci anni, destinati però a crescere dopo l'annuncio che Milano (insieme a Cortina) ospiterà le Olimpiadi invernali del 2026. E' l'investimento immobiliare previsto per il settore alberghiero da Scenari Immobiliari e commentato dal presidente Mario Breglia in occasione dell'Hospitality Forum 2019. Secondo Breglia, l'assegnazione delle Olimpiadi porterà altri 400 milioni di euro di investimenti immobiliari diretti legati ai giochi, sia per il villaggio olimpico e le strutture da realizzare, sia per l'incremento dell'offerta alberghiera.

Quest'ultima dovrebbe aumentare del 10%, pari a tremila stanze, e un investimento non inferiore al miliardo. E si consolida la presenza di investitori esteri, che era già triplicata in vista di Expo 2015. "L'impatto - commenta Breglia - non sarà solo su Milano ma sull'intero Paese". 

Olimpiadi Milano-Cortina 2026: l'impatto sull'economia italiana

L'impatto dei giochi olimpici sarà rilevante per l'economia italiana. Secondo uno studio realizzato dall’Universita’ Ca’Foscari di Venezia, le Olimpiadi invernali 2026 potrebbero generare un impatto complessivo di 840 milioni sul Pil italiano. I posti di lavoro generati dall’evento sarebbero 13.800 per le sole regioni Veneto e Trentino (senza contare quindi la Lombardia, quindi la stima di Matteo Salvini che parla di "20.000 posti di lavoro" non è campata per aria). L’Università stima poi un gettito fiscale prodotto di più di 200 milioni di euro, di cui 1,8 milioni dalla tassa di soggiorno, 2,3 milioni di addizionali comunali, 12 milioni di Irap, 4,3 milioni di addizionali regionali, 17,15 milioni di Ires, 100,65 milioni di imposte indirette, 87,58 milioni di imposta sul reddito. Il  modello Input/Output (o modello I/O), sviluppato in origine dall'economista Wassily Leontief, è a tutt'oggi tra gli strumenti più diffusi per analizzare l'impatto economico ed è anche applicato nella valutazione dell'impatto di un cosiddetto mega-evento, compresi i grandi eventi sportivi.

Verso le Olimpiadi, aumento Pil "da 81 a 93 milioni di euro annui"

Secondo un'altra analisi commissionata dal governo all'Università La Sapienza, "i Giochi contribuiranno positivamente alla crescita dell'economia: gli incrementi del Pil tra il 2020 e il 2028 vanno da 81 a 93 milioni di euro annui". Di fatto il saldo economico dovrebbe essere chiaramente positivo per lo Stato. L'analisi ha "ampiamente verificato che le uscite dell'Amministrazione Centrale per finanziare i Giochi 2026 sarebbero compensate dagli introiti diretti e indiretti connessi alle attività sviluppate attorno ai Giochi nel periodo 2020/2028". Nel dettaglio, "i Giochi invernali contribuiranno positivamente alla crescita dell' economia nel suo complesso. Rispetto agli andamenti tendenziali, la maggiore crescita è concentrata negli anni 2024 e 2026 e tende ad esaurirsi nel 2028. Tra il 2020 e il 2028, si rilevano variazioni positive sostanziali dell'occupazione (il picco massimo si registra alla fine del 2026 con un aumento di oltre 8.500 unità di lavoro a tempo pieno". Ancora, "l'aumento cumulato delle entrate fiscali prodotto dall'evento, dovrebbe essere pari a circa 600 milioni di euro".

Olimpiadi 2026 Milano-Cortina: i mezzi Atm avranno un 'look a tema'

Gli investimenti previsti per le Olimpiadi invernali 2026 ammontano a circa 346 milioni per la realizzazione dei villaggi olimpici e dei media center, nonché per gli interventi specifici su impianti sportivi esistenti e la realizzazione di nuovi impianti. I costi di gestione previsti per la realizzazione dell'evento sono pari a 1.170 milioni. Il costo contabilizzato per le Olimpiadi invernali organizzate a Torino nel 2006 era stato di 1.229 milioni. Ai costi di gestione vanno sommati 415 milioni a carico dell'amministrazione centrale, di cui 402 milioni per le spese in materia di sicurezza. Le entrate fiscali connesse all'organizzazione dei Giochi olimpici sono superiori alle spese negli anni precedenti all'evento e poco al di sotto del totale delle somme stanziate dopo due anni dall'evento, secondo l'analisi della Sapienza.

Potrebbe interessarti

  • Buono, fresco, colorato: ecco dove mangiare dell'ottimo poke a Milano

  • Come pulire le porte di casa

  • Come difendersi dai ladri in casa in estate

  • Come lavare i cuscini del divano

I più letti della settimana

  • Trovato morto Stefano Marinoni, il 22enne di Baranzate scomparso dal 4 luglio: la tragedia

  • Paura per il ciclista 16enne Lorenzo Gobbo: infilzato da un legno, polmone perforato. Foto

  • Sciopero di metro, bus e tram Atm: ecco gli orari dei mezzi per giovedì 11 luglio a Milano

  • Il "più grande mall mai realizzato": 100mila mq e 160 negozi nel nuovo centro commerciale

  • Rapina in banca a Milano: clienti e dipendenti sequestrati, due banditi in fuga con i soldi

  • Incendio a Segrate, fiamme nell'officina del rottamaio: enorme nuvola di fumo nero

Torna su
MilanoToday è in caricamento