Olimpiadi 2026, le medaglie saranno prodotte con i rifiuti elettronici

Il sì quasi unanime a una mozione del Movimento 5 Stelle in consiglio regionale. Coinvolti nel riciclo i detenuti di Bollate

L'assegnazione dei giochi invernali 2026

Saranno ecosostenibili le medaglie olimpiche dei giochi invernali Milano-Cortina 2026. E' il senso di una proposta approvata quasi all'unanimità (44 favorevoli e un contrario) dal consiglio regionale della Lombardia, presentata dal Movimento 5 Stelle. Secondo la proposta, i metalli delle medaglie saranno recuperati dai rifiuti elettronici. E, grazie ad un emendamento del leghista Antonio Rossi, sottosegretario ai grandi eventi sportivi, saranno coinvolti i detenuti del carcere di Bollate, già impegnati in progetti di riciclo di apparecchiature elettroniche con Regione Lombardia. 

Non è la prima volta che le medaglie olimpiche "seguono" i principi dell'economia circolare. E' già accaduto a Vancouver nel 2010 e accadrà presto a Tokyo nel 2020. «Quello legato allo smaltimento e al riciclo dei RAEE (Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche ndr) sarà una questione dirimente da qui ai prossimi anni. Oggi abbiamo dato un segnale, la Lombardia deve essere un esempio virtuoso e concreto, nel portare avanti i principi legati al riciclo e all’economia circolare. Questo è un punto di partenza, ora allargheremo il campo di lavoro perché le Olimpiadi Milano Cortina 2026 siano plastic free», il commento di Massimo De Rosa, consigliere 5 Stelle primo firmatario della mozione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nella stessa giornata i due leghisti dell'ufficio di presidenza del consiglio regionale (Giovanni Malanchini e Francesca Brianza) si sono invece astenuti sulla proposta di sostituire le bottigliette dell'acqua con le borracce in alluminio durante i lavori del consiglio, sostenendo che la riduzione del consumo di plastica sarebbe contraddittoria con la promozione del riciclo della plastica stessa. E hanno promesso che i consiglieri leghisti continueranno a bere dalle bottigliette in Pet.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • È morto John Peter Sloan, l'insegnante d'inglese più simpatico e famoso d'Italia

  • Coronavirus, il bollettino: 441 nuovi casi in Lombardia, ma terapie intensive sotto i 200

  • Spostamenti fuori regione dal 3 giugno: la Lombardia rischia di rimanere chiusa altre 2 settimane

  • Coronavirus, bollettino: altri 285 casi. "Nessun decesso segnalato" in Lombardia in un giorno

  • Esibizione Frecce Tricolori in Lombardia: video e immagini esibizione lunedì 25 maggio

  • Milano, i clienti non rispettano le norme anti Coronavirus: il pub decide di 'auto chiudersi'

Torna su
MilanoToday è in caricamento