Sala irritato con Milan e Inter: "Abbattimento annunciato mentre il Cio decideva su Olimpiadi"

Secondo il sindaco, i due club avrebbero potuto aspettare un momento meno delicato

L'hanno pensato un po' tutti, lunedì 24 maggio, mentre si attendeva l'esito della competizione tra Milano-Cortina e Stoccolma-Are sull'aggiudicazione dei giochi olimpici invernali del 2026. E quello che tutti hanno pensato, il sindaco Giuseppe Sala l'ha detto apertamente il giorno dopo, tra un festeggiamento e l'altro.

Di cosa parliamo? Dell'annuncio di Milan e Inter sullo stadio di San Siro, che i due club avrebbero ormai già deciso di sostituire con un nuovo stadio a fianco. Peccato che San Siro sia "destinato" (secondo il dossier di candidatura presentato al Comitato olimpico) a ospitare la cerimonia di apertura del 2026. Annunciarne l'abbattimento proprio il giorno in cui si stava decidendo a chi assegnare i giochi è parso inopportuno.

«Potevano anche aspettare un attimo», il commento del sindaco di Milano, che a mente fredda riferisce di averlo detto anche a Paolo Scaroni e Alessandro Antonello, amministratori delegati di Milan e Inter. Per poi aggiungere: «A questo punto, in ogni caso San Siro resta in piedi fino al 2026». La cerimonia di inaugurazine di Milano-Cortina, insomma, sarà al Meazza a prescindere da ogni altro ragionamento sullo stadio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cesano, travolta da un bus Atm mentre attraversa sulle strisce: è grave

  • Milano, turista sequestrata e violentata dentro un McDonald's: le fratturano anche il naso

  • Metro linea gialla M3: uomo perde la vita, circolazione bloccata

  • Milano, mega incendio in una palazzina in via Della Torre: 50 evacuati, due bimbi in ospedale

  • La procura sequestra il Villaggio di Natale a Milano: a rischio l'apertura del mega parco

  • La Dea bendata bacia il Milanese: vincita record con il concorso di sabato del Lotto

Torna su
MilanoToday è in caricamento