Sala irritato con Milan e Inter: "Abbattimento annunciato mentre il Cio decideva su Olimpiadi"

Secondo il sindaco, i due club avrebbero potuto aspettare un momento meno delicato

L'hanno pensato un po' tutti, lunedì 24 maggio, mentre si attendeva l'esito della competizione tra Milano-Cortina e Stoccolma-Are sull'aggiudicazione dei giochi olimpici invernali del 2026. E quello che tutti hanno pensato, il sindaco Giuseppe Sala l'ha detto apertamente il giorno dopo, tra un festeggiamento e l'altro.

Di cosa parliamo? Dell'annuncio di Milan e Inter sullo stadio di San Siro, che i due club avrebbero ormai già deciso di sostituire con un nuovo stadio a fianco. Peccato che San Siro sia "destinato" (secondo il dossier di candidatura presentato al Comitato olimpico) a ospitare la cerimonia di apertura del 2026. Annunciarne l'abbattimento proprio il giorno in cui si stava decidendo a chi assegnare i giochi è parso inopportuno.

«Potevano anche aspettare un attimo», il commento del sindaco di Milano, che a mente fredda riferisce di averlo detto anche a Paolo Scaroni e Alessandro Antonello, amministratori delegati di Milan e Inter. Per poi aggiungere: «A questo punto, in ogni caso San Siro resta in piedi fino al 2026». La cerimonia di inaugurazine di Milano-Cortina, insomma, sarà al Meazza a prescindere da ogni altro ragionamento sullo stadio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

Torna su
MilanoToday è in caricamento