Morto Pietro Anastasi, il "Pietruzzu" ex Inter dello storico scambio con Boninsegna

Anastasi è morto venerdì a 71 anni. Da tempo ormai combatteva contro la Sla

Anastasi con la maglia dell'Inter tra Mazzola e Rivera - Foto Wikipedia

Calcio italiano in lutto. È morto venerdì sera, a settantuno anni, Pietro Anastasi, uno dei più grandi attaccanti della storia italiana, che da tempo combatteva contro la Sla.  

Nato a Catania il 7 aprile 1948, Anastasi è stato l'attaccante simbolo della Juve negli anni '70 ed è diventato, forse suo malgrado, famoso per lo scambio con Roberto Boninsegna che lo portò all'Inter nel 1976. Lui, l'uomo icona dei bianconeri, che veniva a vestire il nerazzurro e l'altro, Bonimba, da sempre cuore biscione che faceva il percorso opposto, come poi in effetti entrambi fecero.  

Quella di Pietruzzu, come lo chiavano tutti, con l'Inter non fu però un'esperienza memorabile. Dopo gli splendidi otto anni con la Juve - 303 presenze e 130 gol -, Anastasi non riuscì a ripetersi e con la maglia nerazzurra addosso mise a segno 7 reti in 46 partite, portando comunque a casa una Coppa Italia. 

Con la maglia della Nazionale ha disputato invece 25 gare siglando 8 gol, di cui uno nella storica finale dell'Europeo contro la Jugoslavia all'Olimpico di Roma nel 68, regalando il trofeo agli azzurri. 

Oltre ai suoi tanti club, la Juve su tutti, anche il presidente di regione Lombardia, Attilio Fontana, ha voluto ricordare Anastasi. "Per i giovani, per la generazione dei social, probabilmente Pietro Anastasi non è un campione molto conosciuto. Per chi ha vissuto il calcio della fine degli anni Sessanta e degli anni Settanta è stato un ottimo attaccante. Per me, varesino, è stato un grande! - ha scritto il governatore su Facebook -. Con la maglia biancorossa della mia città, lui giovane siciliano catanese, ha iniziato una brillante carriera. Lo ricordo a Masnago nel Varese di Picchi, Maroso, Sogliano e Da Pozzo. E poi nella Juve, nell’Inter e in Nazionale. Grazie per i tanti gol che ci hai regalato e per la tua semplicità unica, riposa in pace Pietruzzu".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Milano, primi casi di coronavirus accertati in Lombardia: 38enne ricoverato a Codogno

  • Coronavirus, i casi sono 14: gravissimo un 38enne, in isolamento la moglie e un amico

  • Mafia, a Milano il prefetto chiude L’Antica pizzeria da Michele, storico locale napoletano

  • Coronavirus, i contagi in Lombardia salgono a 14: "Dobbiamo contenere il virus in quell'area"

  • Smog alle stelle a Milano, scatta il blocco del traffico: le auto che non potranno circolare

  • Coronavirus, sale il numero dei contagiati in Lombardia: ora sono 39, morta una donna

Torna su
MilanoToday è in caricamento