Play off: primo match point fallito per l'Armani jeans

A Teramo è finita 85 a 77 per i padroni di casa. L'Armani jeans vede sfumata la prima possibilità di passare il turno, festa rimandata a domenica prossima?

Primo match point fallito dall’Armani Jeans: i milanesi cedono 85 a 77 sul parquet di Teramo e rimandano a domenica la possibilità di chiudere la serie. L’Olimpia si arrende principalmente a uno stratosferico Poeta, capace alla fine di realizzare 25 punti. La partita del Palaska ha dimostrato, semmai ce ne fosse ancora bisogno, il sottile equilibrio di questa serie appeso alla tensione e al nervosismo, oltre che a tecnica e agonismo.

Rispetto al brutto inizio della scorsa partita, gli uomini di Bucchi partono bene, Vitali e Taylor costruiscono il massimo vantaggio dei meneghini (29 a 22). Ma i conti bisogna farli con Poeta che da solo raddrizza il match: all’intervallo lo score recita 44 a 42, l’Olimpia paga anche la giornata storta di Hawkins.

La sfida è di grande intensità anche nella ripresa con scintille dentro e fuori del campo. Si viaggia sul filo di lana, entrambe le squadre si rincorrono negli ultimi due periodi. I dieci minuti finali sono infuocati, punto a punto e non mancano falli duri, contestazioni e tanto nervosismo. Hall fa sperare l’Armani conquistando la parità a quota 70 poi Taylor commette un fallo antisportivo: sembra la fine della gara ma Milano ha ancora energie per un’altra scossa con Thomas che però sbaglia di pochissimo la tripla del meno 3 dopo un recupero di Hawkins con meno di 30 secondi sul cronometro. A questo punto Moss chiude i conti 85 a 77 e coach Bucchi mastica amaro: "E' stata una partita dura. Siamo sul 2-1, è sicuramente un bel playoff e adesso andiamo a casa nostra per chiudere il discorso. La partita è stata emozionante con un po' di errori. Abbiamo sofferto a rimbalzo di attacco, specie nel primo quarto, poi le cose si sono equilibrate. Onore al merito a Teramo che ha fatto un'ottima partìta specie nell'ultimo quarto". Si torna tutti a Milano domenica sera al Lido per gara 4: davanti al pubblico amico bisognerà sfruttare il match point per non arrivare a un’insidiosissima quinta gara.

Banca Tercas: Hoover 12, Brown 15, Carroll 5, Poeta 25, Amoroso 13,  Jaacks 1, Piazza, Lulli, Cerella 7, Moss 7. N.e.Marzoli, Pellegrino. All. Capobianco

Armani Jeans: Hall 12, Mordente, Vitali 13, Thomas 14, Price13,  Hawkins 2, Katelynas 7, Marconato 2, Sangare', Taylor 14. N.e. Rocca,  Micevic. All. Bucchi.

Arbitri: Cerebuch, Mattioli, Chiari

Note - tiri liberi: Teramo 26/35, Milano 8/12; tiri da tre: Teramo  7/19, Milano 9/27; rimbalzi: Teramo 36, Milano 34. Uscito per 5 falli:  Katelynas al 34', Taylor al 38'; fallo
tecnico fischiato a Lulli  (29'). Spettatori: 3.310
Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Milano, bambina di 3 anni resta accanto alla mamma morta per 24 ore: la trovano i poliziotti

    • Economia

      Muore Caprotti, fondatore di Esselunga, e i supermercati chiudono per lutto: la decisione

    • Cronaca

      Marito vuole uccidere la moglie bruciandola ma sbaglia e si dà fuoco: muore in ospedale

    • Cronaca

      Berlusconi viaggia negli Usa per motivi di salute: i legali chiedono di rinviare il processo

    I più letti della settimana

    • Coppa del mondo di snowboard: a novembre verrà fatta una pista a Expo

    • Infortunio Joao Mario, elongazione muscolare per il centrocampista portoghese dell’Inter

    • Sparta Praga-Inter streaming: dove vedere la partita in diretta

    • Inter, Moratti è pronto al ritorno? “Mi hanno chiesto di tornare presidente, è un onore”

    • L'Olimpia batte Avellino e conquista la Supercoppa: completata la bacheca dei trofei

    Torna su
    MilanoToday è in caricamento