Inter, è ufficiale: Conte è il nuovo allenatore. Ecco quanto guadagna

"Ora la sfida di Conte è la stessa del mondo nerazzurro: riportare l'Inter nell'elite del calcio"

Se ne vociferava da giorni. All'alba del 31 maggio, dopo l'addio a Luciano Spalletti, l'Inter ufficializza l'arrivo di Antonio Conte sulla panchina nerazzurra.

La curva: "Dimostraci di essere da Inter"

A lui "il più caloroso benvenuto nella nostra grande famiglia", dice la società. "Conte inizia il suo viaggio con l'Inter: due entità con lo stesso obiettivo, quello della vittoria. La sfida del nuovo allenatore è la stessa di tutto il mondo nerazzurro: tornare nell'elite del calcio europeo".

"Inizia un nuovo capitolo della mia vita, sono entusiasta", commenta Conte. "Cercherò con il lavoro di ricambiare tutta la fiducia che il presidente e i dirigenti hanno riposto in me. Ho scelto l'Inter per la società, per la serietà e l'ambizione del progetto. Per la sua storia. Mi ha colpito la chiarezza del club e la voglia di riportare l'Inter dove merita".

Quanto guadagna Conte all'Inter

Non sono ancora state rese note le cifre ufficiali, ma diverse testate specializzate e fonti informate confermano che lo stipendio di Antonio Conte all'Inter si aggirerà intorno ai 9 milioni di euro netti a stagione più i bonus. Altri 4 milioni fino al 2021, poi, dovranno essere messi in conto per la buonuscita per Spalletti e il suo staff. 

"Sono sicuro che Conte sia uno dei migliori allenatori che esistano", afferma il presidente nerazzurro Steven Zhang. "Sono certo che ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo, a realizzare la nostra missione che è sempre la stessa: riportare questo club tra i migliori al mondo".

Ecco il comunicato completo della squadra Nerazzurra

ANTONIO CONTE SARÀ IL NUOVO ALLENATORE DELL’INTER

Sono i gesti, gli sguardi, i dettagli, a definire Antonio Conte. Una vita dedicata al calcio, fin da piccolo. Appassionato e innamorato del pallone al punto da farlo diventare l'obiettivo da perseguire - diventando calciatore - e anche il mezzo migliore per potersi esprimere, per lasciare un segno. In campo e in panchina.

Determinato e ambizioso, Antonio Conte inizia il suo viaggio con l'Inter: due entità con lo stesso obiettivo, lo stesso orizzonte, quello della vittoria. Testa, cuore e gambe sono le parole chiave della carriera di Conte, nato a Lecce il 31 luglio 1969.

Testa: come le idee chiare che ha sempre avuto sul terreno di gioco, quando giocava come centrocampista e i suoi allenatori erano certi che avrebbe proseguito la carriera vestendo i panni del mister.

Cuore: come quello che ha messo e mette in ogni sua avventura, alimentando sempre nei compagni e nei suoi giocatori un senso di appartenenza necessario a raggiungere gli obiettivi più importanti.

Gambe: quelle per lavorare con intensità durante gli allenamenti e i match, da vivere tutti al massimo.

Lavoro e sudore, unità d'intenti e identità. Come quelli della Nazionale azzurra agli Europei 2016. L'Italia di Conte, eliminata ai calci di rigore dalla Germania, emozionò e compattò un'intera nazione. E anche all'estero ha lasciato la sua impronta, vincendo alla prima stagione la Premier League.

Ora la sfida di Antonio Conte è la stessa di tutto il mondo nerazzurro: continuare a correre, per riportare l'Inter nell'elite del calcio europeo.

"Sono sicuro che Antonio Conte sia uno dei migliori allenatori che esistano - ha dichiarato il Presidente nerazzurro Steven Zhang -. Sono certo che ci aiuterà a raggiungere il nostro obiettivo, a realizzare la nostra missione che è sempre la stessa: riportare questo club tra i migliori al mondo".

"Inizia un nuovo capitolo della mia vita, sono entusiasta - ha commentato Antonio Conte, nuovo tecnico dell'Inter -. Cercherò con il lavoro di ricambiare tutta la fiducia che il Presidente e i dirigenti hanno riposto in me. Ho scelto l'Inter per la Società, per la serietà e l'ambizione del progetto. Per la sua storia. Mi ha colpito la chiarezza del Club e la voglia di riportare l'Inter dove merita".

#WelcomeAntonio!

Inter Conte-2

Potrebbe interessarti

  • Perchè è importante cambiare le lenzuola del letto

  • Schiamazzi e lite furibonda all'una di notte in strada

  • Pulizia della lavastoviglie: tutti i consigli utili

  • Come svegliarsi bene la mattina: 6 consigli pratici

I più letti della settimana

  • Follia sul bus a Milano, autista picchiato a sangue: la foto denuncia dell'occhio tumefatto

  • E' morto a Milano Enrico Nascimbeni, aveva 59 anni

  • Sciopero dei mezzi a Milano, giovedì stop a metro, tram e bus Atm: gli orari dell'agitazione

  • Meno di 300 euro per andare (e tornare) da Milano a New York: ecco il nuovo volo diretto

  • Ragazzo di ventidue anni sparito da oltre un mese: ritrovato a Milano, dormiva in strada

  • Assorbenti, coppette mestruali e sex toys: a Milano il primo negozio dedicato alla vagina

Torna su
MilanoToday è in caricamento