Una rotatoria davanti alla sede del Milan per il fondatore del club rossonero Herbert Kilpin

La cerimonia il 16 dicembre, giorno del 120esimo compleanno del club rossonero

I tifosi rossoneri davanti a Casa Milan per l'intitolazione della rotatoria

Il compleanno ufficiale del Milan cade il 16 dicembre: la tradizione vuole che in quel giorno, nel 1899, il club rossonero venne fondato all'Hotel du Nord e des Anglais come "Milan Football and Cricket Club" da un gruppo misto di uomini inglesi e italiani. Tra questi Herbert Kilpin, all'epoca 29enne calciatore inglese originario di Nottingham che, nel 1891, s'era trasferito a Torino per lavorare come tecnico tessile e intanto entrò nella rosa dell'Internazionale Torino, squadra appena fondata (e che nel 1900 si sciolse). 

Ora la toponomastica milanese lo ricorda: il 16 dicembre 2019 si è svolta, infatti, la cerimonia di intitolazione a Kilpin della rotatoria di via Gattamelata che si trova proprio di fronte all'attuale sede dell'Ac Milan di via Aldo Rossi. Alla cerimonia hanno preso parte l'assessore alla cultura Filippo Del Corno, l'amministratore delegato del Milan Ivan Gazidis, il direttore tecnico del Milan Paolo Maldini e il chief football officer del Milan Zvonimir Boban. E poi due discendenti di Kilpin, ovvero Helen e Roger Stirland. Oltre a una nutrita presenza di tifosi della Curva Sud, circa un centinaio, per festeggiare l'avvenimento.

Kilpin, nel 1899, oltre ad avere avuto un ruolo determinante nella fondazione del Milan, ne fu il primo capitano in campo e, contemporaneamente, il primo allenatore. Il primo scudetto rossonero arrivò nel 1901, spezzando il monopolio del Genoa che fino a quel momento aveva vinto le prime tre edizioni del campionato di calcio. Seguirono altri due scudetti rossoneri con Kilpin protagonista: nel 1906 (allenatore e giocatore) e nel 1907 (solo giocatore). 

Lasciato il Milan, allenò l'Enotria (celebre club milanese oggi soltanto giovanile) e morì nel 1916, a 46 anni. Sepolto al Maggiore, le sue ossa vennero riscoperte nel 1998 da Luigi La Rocca, e poi traslate in una celletta-ossario al Monumentale, grazie anche al finanziamento del club rossonero. Infine, nel 2010, il Comune di Milano ha iscritto il nome di Herbert Kilpin nel Famedio del Monumentale, dove trovano posto gli illustri e benemeriti della città di Milano, insieme a Giorgio Muggiani, principale fondatore dell'Inter.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia a Bareggio, trovato morto l'anziano che si era perso in campagna dopo l'incidente

  • Sete dopo la pizza? Ecco perchè ti viene

  • Incidente a Trezzano, auto passa col rosso e si schianta con 2 macchine: 12enne gravissimo

  • Gabriele e Risqi, morti nel tragico schianto in autostrada: la loro auto è finita sotto un tir

  • Milano, tentato suicidio in metro: donna si lancia sui binari della rossa, ferma la M1

  • Milano, tragedia nel cantiere della metro M4: Raffaele, l'uomo morto schiacciato dai detriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento