Nuovo stadio a San Siro, si allungano i tempi: troppi dubbi in consiglio comunale

Presentati i due progetti in lizza, ma i consiglieri sono propensi a fare slittare di un mese il "sì" dell'aula. Ecco perché

Il Meazza

Avrà, il nuovo stadio, i numeri in consiglio comunale per il via libera? Il dubbio c'è, a giudicare da come i consiglieri hanno reagito dopo la presentazione dei due progetti in lizza, da parte delle società calcistiche, in commissione sport, bilancio e urbanistica. Tanto che sembra certa una proroga della scadenza entro cui Palazzo Marino dovrebbe affermare l'interesse a proseguire nel discorso. Scadenza fissata per il 10 ottobre dalla Legge Stadi, ma con possibilità di proroga. Che appunto quasi certamente ci sarà (si parla di circa un mese di tempo in più). Nel frattempo verrà approvato il nuovo Pgt.

Video: ecco i progetti per il nuovo San Siro

Nel centrosinistra non sono pochi i consiglieri che esprimono dubbi, soprattutto sulle volumetrie, ma alcuni anche sull'idea in sé di abbattere il Meazza e ricostruire. Il sindaco di Milano, Beppe Sala, ormai non fa mistero che preferirebbe tenere il Meazza e dare piuttosto il via libera per una ristrutturazione, che però Milan e Inter hanno escluso: costringerebbe a giocare per quattro o cinque anni lontano, costerebbe quasi come il nuovo stadio, cambierebbe in ogni caso la "sagoma" per riattualizzare l'impianto, non permetterebbe di recuperare abbastanza posti premium e relativi servizi aggiuntivi.

Nuovo stadio, Trotta (Barley Arts): «Attenti al caro biglietti»

Sul fronte delle opposizioni, il Movimento 5 Stelle e la Lega sono agguerriti nella difesa del Meazza, Il primo più per ragioni ecologiste, la seconda per una "mozione di affetti" ribadita, anche di recente, dal segretario Matteo Salvini (che peraltro è cresciuto a un passo da San Siro). Quanto a Forza Italia, le posizioni sono variegate. Da una parte il fronte degli oppositori alla costruzione del nuovo stadio (guidata, però, da Marco Bestetti, che non è consigliere comunale ma presidente del Municipio 7), dall'altra i possibilisti (come Alessandro De Chirico), che pure sottolineano alcuni "però", come la "restituzione" a San Siro (inteso come quartiere) di una parte degli oneri di urbanizzazione. E c'è l'autorevole voce di Adriano Galliani, che di Forza Italia è senatore e si è espresso chiaramente per il nuovo stadio. Da ex ad del Milan, e molto vicino a Berlusconi, qualche voce in capitolo sull'impianto per giocare a calcio ce l'ha.

Tornando al centrosinistra, nel Pd i più contrari in assoluto allo stadio nuovo sono Carlo Monguzzi e Alessandro Giungi, che rappresentano l'ala più "ecologista" e mettono in guardia dall'impatto ambientale, soprattutto ricordando la massa enorme di rifiuti generata dall'abbattimento, ma anche dalla speculazione edilizia, dal consumo di materiali, dal dispendio energetico. Anche i più possibilisti del Pd, come il capogruppo Filippo Barberis, vorrebbero approfondire le alternative sulla ristrutturazione, ritenendo che sia stata presentata una sola ipotesi troppo "esagerata" rispetto ad altre del passato, più rapide e indolori. Una delle quali (commissionata dall'Inter nel 2016) era stata riproposta anche da Bestetti in Municipio 7 in un incontro pubblico.

Contraria Milano Progressista, secondo cui è il pubblico a dettare le regole; e contrario Basilio Rizzo (estrema sinistra di Milano in Comune) che attacca soprattutto sulla scarsa trasparenza con cui, finora, sarebbe stata portata avanti e gestita l'operazione.

La volumetria prevista per l'area stadio (e limitrofe) è certamente "sforata" dai due progetti presentati dai club, che però fanno riferimento alla Legge Stadi, che prevede appunto la possibilità di sforare. Cosa che Palazzo Marino non è disposto ad accettare senza condizioni. Anzi. Molto si giocherà, probabilmente, su una trattativa riguardo in particolare all'area commerciale e di servizi. Anche per questo c'è bisogno di più tempo. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Puzza a Milano, odore fortissimo invade la città: boom di segnalazioni. La spiegazione

  • Milano, è morto il bimbo di 5 anni precipitato a scuola: prof e soccorritori con le lacrime

  • Incidente in tangenziale Est, tragico schianto tra due auto e un camion: due morti e due feriti

  • Il pusher gli vende la carta: lui lo scaraventa nel vuoto per ammazzarlo, tradito dal video

  • Milano, dramma a scuola: bimbo di cinque anni precipita nel vuoto dalle scale, è gravissimo

  • Milano, incidente tra un bus e un'auto in via Giordani: una donna in coma e due bimbi feriti

Torna su
MilanoToday è in caricamento