Video gol e sintesi highlights Brescia-Inter 1-2, reti di Lukaku e Lautaro Martinez

Il Brescia accorcia le distanze con Dimitri Bisoli

 

Un'Inter battagliera espugna il Rigamonti in un match complicato e sale, per il momento, in testa alla classifica di Serie A con 25 punti. Merito di una partita di grande agonismo contro il Brescia nell'anticipo della decima giornata di Serie A. Ma non è stato facile e a tratti le rondinelle hanno davvero schiacciato i nerazzurri nella propria metà campo.

L'Inter parte bene e spinge. Prima Gastaldello e poi il giovanissimo esordiente Mangraviti devono chiudere su Lukaku e Candreva. I nerazzurri passano in vantaggio al 24' del primo tempo: grande azione dell'argentino Lautaro Martinez, che libera un tiro di grande violenza dalla distanza. La deviazione di Cistana, quindi, manda fuori giri il portiere Alfonso. E' 0-1.

Il Brescia all'inizio del secondo tempo cerca di reagire sfiorando la rete. Poi, al 65', gli uomini di Conte allungano: azione personale poderosa di Lukaku, che raccoglie il pallone ben lontano dalla porta avversaria e dopo una lunga corsa punta l'angolo lontano dove Alfonso proprio non può arrivare. E' 0-2. 

Gli orobici accorciano le distanze 10 minuti dopo. Azione rocambolesca per il Brescia, con Bisoli che si propone a destra, tira e poi va in gol dopo un rimpallo con Handanovic.

Poi assalto finale, ma l'Inter regge. E i tre punti valgono il primato. 

Le dichiarazioni di Conte

"E' la quarta partita in nove giorni in cui giocano sempre gli stessi uomini. I ragazzi hanno fatto una fatica incredibile, oggi abbiamo fatto qualcosa d'importante e di straordinario, accetto qualsiasi situazione, posso solo elogiarli. E' un'anomalia giocare sette partite in 20 giorni, questo mi sembra molto strano, noi lo faremo", ha detto il mister Antonio Conte parlando ai microfoni di Sky Sport.

"Certe partite bisogna vincerle soffrendo, per tante ragioni. Bisogna essere bravi a soffrire e a reggere botta. Però, sfido chiunque a giocare quattro partite in nove giorni - aggiunge -. A Brescia anche altri hanno sofferto. Complimenti al Brescia, Corini sta facendo bene quest'anno, dopo avere fatto bene nella passata stagione. Lo conosco, perché siamo stati compagni di squadra, è un bravo ragazzo e merita grandi successi. Dobbiamo cercare di migliorare alcune cose, rispetto a quando sono arrivato ho compreso la situazione. La classifica non deve inebriarci o fare abbassare la tensione".

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento