Video gol e sintesi partita Inter-Juve 1-2: gol di Lautaro Martinez su rigore

Al gol di Dybala risponde un rigore di Lautaro Martinez su fallo di mano di De Ligt. Poi il vantaggio di Higuain dopo una splendida azione corale

 

Derby d'Italia ancora più scuro della notte di Milano per il Biscione. L'Inter perde la testa della classifica proprio a San Siro, contro la Juve di Sarri. Che, alla settima giornata del campionato di serie A, ridiventa regina solitaria e blocca la striscia positiva della milanese. 1-2 il risultato finale del posticipo di domenica 6 ottobre. Per gli uomini di Conte qualche rammarico; ma la Signora ai punti ha meritato di portare a casa il match, rimanendo concentrata nei momenti cruciali. Esame di maturità rimandato per i nerazzurri; dopo un inizio di campionato travolgente, brucia un'altra sconfitta dopo l'amara trasferta spagnola di Champions. Ma la consapevolezza, ancora, di poterselo giocare tutto questo scudetto con i campioni d'Italia in carica.  

A breve video sintesi completa del match

La cronaca del match

La Juve spinge e trova il gol quasi immediatamente: al 4', sinistro teso e rasoterra diagonale di Dybala che batte Handanovic sul palo più lontano. Perfetto il cross di Pjanic. 

I bianconeri insistono. Dopo 4 minuti, giocata strepitosa di Cristiano Ronaldo che semina il panico in difesa nerazzurra, salta due uomini, rientra sul destro e dal limite lascia partire una bordata che si stampa sulla traversa a portiere battuto. L'Inter si scuote lentamente; la prima timida reazione è un tiro al volo di Barella. Poi, al 16', calcio di rigore per i milanesi: De Ligt devia in area una palla con la mano su intervento di Lautaro Martinez. E' lo stesso Martinez a realizzare il penalty: 1-1.

Gli interisti sono galvanizzati e spingono. Al 28' tunnel di Lukaku, Lautaro Martinez scocca un gran tiro e deve impegnarsi al massimo Szczesny per respingere. Ma dopo 10 minuti tirano un sospiro di sollievo: azione strepitosa di Ronaldo, dialogo con Pjanic e Dybala, palla che si infila in rete. Il gol, però, viene annullato per un fuorigioco millimetrico dell'argentino. Sempre pari. E si va negli spogliatoi, con un po' di polemiche al limite dello scontro fisico: Bonucci viene trattenuto con la forza e non mancano nemmeno scintille tra Padelli e Dybala.

La Juve riparte subito frizzante. Al 47' Bernardeschi tenta il tiro a giro, ma è bravo Handanovic a rispondere plastico e sicuro. L'Inter resiste e si fa vedere al 68', a un passo dal vantaggio: sventola di Vecino pizzicata da De Ligt, la sfera si stampa sul palo esterno. Dopo pochi secondi immediata replica dei bianconeri: doppio passo di Ronaldo, siluro di sinistro respinto da Handanovic. 

A 10 minuti dalla fine la Juve passa in vantaggio. In rete, dopo elegante fraseggio, il Pipita Higuain, in un periodo di forma strepitoso: liberato nell'area piccola, con un rasoterra di destro preciso infila Handanovic. 1-2 per i campioni d'Italia. I nerazzurri rispondono subito: verticalizzazione di D'Ambrosio per l'inserimento di Vecino che interviene in scivolata, ma Szczesny è strepitoso e gli nega il gol.

L'Inter spinge nei 4 minuti di recupero, ma la stanchezza si fa sentire. Nulla da fare. San Siro conquistato e vittorie consecutive interrotte. Per gli uomini di Conte urge riordinare le idee e ripartire. In fretta. 

Potrebbe Interessarti

Torna su
MilanoToday è in caricamento